Petrolio: niente accordo a Doha, scattano le vendite

A
A
A
Luca Spoldi di Luca Spoldi 18 Aprile 2016 | 07:27
A Doha asi sarebbe dovuto siglare l’itnesa tra Russia e Opec per congelare la produzione. Ma l’assenza dell’Iran e l’intransigenza dell’Arabia Saudita hanno fatto saltare il tavolo

NESSUN ACCORDO, IL PETROLIO CALA – Avvio di settimana subito negativo per i titoli petroliferi da Eni a Saipem a Piazza Affari, complice il fallimento dell’incontro di Doha dove nel weekend  l’accordo tra l’Opec e la Russia per congelare la produzione ai livelli di gennaio non è stato raggiunto per la richiesta dell’Arabia Saudita che l’accordo stesso venisse sottoscritto da tutti i paesi del cartello, incluso l’Iran che invece non intende sottoscriverlo e per questo ha disertato l’incontro.

SE NE RIPARLA A GIUGNO, FORSE – Ogni eventuale accordo è così congelato e si tenterà di trovare un’intesa prima del prossimo vertice Opec di giugno, ma il braccio di ferro tra Riad e Teheran per la supremazia geopolitica in Medio Oriente continuerà a ostacolare il raggiungimento di tale traguardo secondo molti analisti. Immediata la reazione del greggio, col Wti che a New York è indicato in calo di oltre 2 dollari al barile a 38,29 dollari mentre il Brent a Londra cala a 40,92 dollari al barile (2,18 dollari meno del fixing di venerdì).

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Polizze ora in bolletta con luce e gas

Borse avanti piano, la Yellen indebolisce il dollaro

Titoli petroliferi: non è ancora il caso di indulgere nell’ottimismo

Petrolio sui minimi a 7 mesi, scattano vendite su Saipem, Eni e Tenaris

Notizie positive dall’Iran per Eni, che recupera in borsa

Petrolio riparte, Russia e Arabia Saudita pronte a estendere i tagli produttivi

Piazza Affari chiude in rialzo grazie a Mps ed Eni

Eni e Mps illuminano la giornata di Piazza Affari

Opec: il mercato crede nell’accordo e il petrolio riparte

Petrolio sottotono nonostante i dati Usa, difficile intesa in seno all’Opec

Piazza Affari chiude a +1%, grazie ai titoli finanziari e petroliferi

Petrolio sopra i 47 dollari al barile, corrono Eni, Saipem e Tenaris: durerà?

Petroliferi sotto pressione, le major tagliano gli investimenti

Borse europee in frenata, ancora male Deutsche Bank

Borse europee in prudente recupero, restano in rosso i petroliferi

Petrolio prova rimbalzo, ma i titoli del settore restano prudenti

Piazza Affari dimezza il rialzo visto in mattinata

Piazza Affari, tornano acquisti sui titoli finanziari

Borse europee interrompono il rialzo, pesano trimestrali e tensione

Da Eni a ConocoPhilips, la stagione delle dismissioni sta partendo

Borse europee in moderato recupero, grazie a petroliferi e finanziari

Borsa di Milano avanti piano, Eni e Saipem subito in luce

Borse: segnali positivi dall’Asia all’Europa

Scorte petrolifere ai massimi negli Usa, ma Eni e Saipem recuperano

Il petrolio rimbalza dai minimi a 13 anni

Europa ancora in calo, pesano Cina e petrolio

Produttori auto indietro tutta sui listini europei

Eni, Saipem e Tenaris in rosso nonostante risalita petrolio

Parigi e Francoforte accelerano al rialzo

Yoox, Unipol e Mediaset corrono, ma i petroliferi frenano gli indici di Milano

Il calo del petrolio non pesa su Eni e Saipem, per ora

Solo Eni e UnipolSai si salvano dal rosso a Milano

Indici in calo, Milano fa eccezione

Ti può anche interessare

BoE: una supervaluta per sfidare Usa e Cina

Creare una nuova moneta digitale globale per contrastare l’egemonia del dollaro come riserva g ...

Pil, l’Italia è ferma al palo

Prosegue nel secondo trimestre del 2019 la fase di sostanziale stagnazione dell’economia ital ...

Consulenza, Poste Italiane vuole insidiare le reti

Il settimanale Milano Finanza dedica un ampio servizio alle ambizioni e alle potenzialità nella ges ...

NEWSLETTER
Iscriviti
X