Oggi occhio alla Fed, domani alla Bank of Japan

A
A
A
di Luca Spoldi 27 Aprile 2016 | 12:22
La Fed non dovrebbe toccare i tassi, mentre la Bank of Japan potrebbe tagliarli ulteriormente, ampliando allo stesso tempo il suo programma di quantitative easing

OGGI ATTENZIONE ALLA FED – C’è attesa per l’esito del meeting della Federal Reserve che si conclude oggi. Il consensus prevede che non saranno toccati i tassi, che ci si aspetta invece possano salire dello 0,25% nella prossima riunione di inizio giugno. Domani toccherà alla Bank of Japan (BoJ) riunirsi e in questo caso gli analisti di Ubs giudicano probabile al 65% un ulteriore abbassamento dei tassi di 20 punti base a -0,30%. Previsto anche un incremento “robusto” di 20 mila miliardi di yen degli acquisti di bond attraverso il programma di quantitative easing.

DOMANI TOCCA ALLA BOJ – Secondo gli esperti svizzeri la BoJ potrebbe, al pari di quanto ha preannunciato di considerare di fare la Bce, decidere di applicare tassi negativi anche alle sue operazioni di rifinanziamento al sistema bancario. Nel caso entrambe le misure vengano effettivamente annunciate Ubs si attende un deciso rafforzamento del dollaro sullo yen e probabilmente un rally dei titoli a lungo termine che ancora non sembrano aver scontato pienamente le ipotesi di un ulteriore allentamento della politica monetaria giapponese. Sull’azionario una crescita media del 5% del Topix è giudicata verosimile, con settori come l’industria, la finanza e l’immobiliare che dovrebbero trarre i maggiori benefici.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti