Ubp: perché puntare sulle azioni del Giappone

A
A
A
Andrea Telara di Andrea Telara 29 Aprile 2016 | 08:39
L’opinione di Kenji Ueno, portfolio manager del fondo Ubam – Snam Japan Equity Value di Union Bancaire Privée

PUNTARE SU TOKYO – “La valutazioni attuali delle azioni in Giappone sono scese a livelli molto interessanti dopo un crollo dei mercati del tutto slegato dai fondamentali delle aziende nipponiche”. E’ l’opinione di Kenji Ueno, portfolio manager del fondo Ubam – Snam Japan Equity Value di Union Bancaire Privée che, ai prezzi attuali, vede un interessante punto di ingresso per gli investitori. “L’inizio del 2016”, scrive in un commento Ueno, “ha visto un significativo calo dei mercati azionari a livello globale. All’interno di tale contesto il Giappone, a differenza dell’ Europa e degli Stati Uniti, non sembra essersi ancora ripreso del tutto e il divario in termini di valutazioni si è allargato”. Attualmente, sottolinea il gestore, il rapporto prezzo utili (P/E) del mercato azionario nipponico è ampiamente sottovalutato, attestandosi attorno a 12x. Si tratta di un valore ben al di sotto della media degli ultimi 15 anni (14-15x). Pertanto, nel momento in cui il mercato tornerà alla “normalità”, Ueno si aspetta un forte potenziale di rialzo. “A oggi” dice ancora il gestore di Ubp, “il valore dell’utile per azione (earnings per share) delle società segue prevalentemente i movimenti dello yen piuttosto che il reale potere degli utili stessi”. Di conseguenza, quando la valuta si sarà stabilizzata, ci sarà probabilmente un anche un miglioramento degli earnings per share.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Giappone, un potenziale in attesa di essere riscoperto

Tassi nominali e reali, la lezione del Giappone per il post-Covid

L’Eurozona verso il declino come il Giappone degli anni ’90? Analogie e differenze

NEWSLETTER
Iscriviti
X