Da Singapore nuovi guai per Bsi

A
A
A
di Luca Spoldi 24 Maggio 2016 | 12:14
Bsi vede revocate le licenze per operare a Singapore dopo i rilievi emersi dall’indagine sul fondo malese 1Malaysia Development Bhd. Salta l’amministratore Stefano Coduri

SINGAPORE REVOCA LICENZE A BSI – Nuova tegola in testa a Bsi (Banca svizzera italiana), la cui filiale di Singapore (Bsi Bank Ltd) si è vista ritirare tutte le licenze dalla Monetary Authority of Singapore ed è stata multata per 9,7 milioni di dollari con l’accusa di aver violato le norme anti riciclaggio. Allo stesso tempo il Procuratore generale della Svizzera ha annunciato che verranno prese azioni legali sulla base delle informazioni emerse dall’indagine penale sul fondo di investimenti malese 1Malaysia Development Bhd.  

STEFANO CODURI SI DIMETTE – La reazione di Bsi, controllata dal gruppo brasiliano Grupo Btg Pactual, già in trattativa con Efg International per la cessione della banca per un controvalore che non è stato al momento reso noto, ha portato all’uscita dell’amministratore delegato Stefano Coduri, che ha rassegnato le dimissioni con effetto immediato e che sarà sostituito dal consigliere Roberto Isolani. Dal canto suo la Finma, l’autorità federale elvetica di vigilanza dei mercati finanziari, ha deciso di porre come condizione, per il completamento dell’acquisizione da parte di Efg International, la completa integrazione e il successivo scioglimento di Bsi.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Ex banchiere Bsi condannato in Brasile per riciclaggio di 2,7 mln di dollari

Bufera su Bsi in Italia

Bsi finisce nell’orbita di Efg international

NEWSLETTER
Iscriviti
X