Visco (Bankitalia): piu’ fusioni e taglio dei costi, ridurre le sofferenze

A
A
A
di Luca Spoldi 1 Giugno 2016 | 10:29
Nelle sue Considerazioni finali Ignazio Visco non accenna ad alcuna autocritica per il ruolo di Bankitalia nella crisi bancaria italiana, chiede fusioni e altri tagli dei costi

BANCHE, VISCO AUSPICA FUSIONI E TAGLIO DEI COSTI – Le banche dovranno cedere le sofferenze quanto prima, attrezzandosi di strutture e processi adeguati. In questo senso il senso che emerge dalle Considerazioni finali lette ieri dal governatore di Banca d’Italia, Ignazio Visco, attento a confutare ogni responsabilità di Via Nazionale nell’esplodere della crisi bancaria almeno quanto a ribadire la necessità di ridurre ulteriormente i costi e portare avanti fusioni con forti valenze industriali.

NECESSARIO RIDURRE SEOFFERENZE – Non solo: Visco ha anche ribadito che le banche debbono diversificare le fonti di ricavi e cedere le sofferenze, insistendo che l’Europa ha sbagliato a fare entrare in vigore le nuove norme sul “bail in” già dal primo di gennaio di quest’anno ma dicendosi  fiducioso, in una intervista sul Corriere della Sera, che la Bce diffonderà entro l’estate alcune linee guida per tutto il settore per spingere le banche europee a cedere le sofferenze. Secondo gli analisti peraltro le cessioni non dovrebbero avere paletti eccessivamente rigidi almeno in termini temporali ed anche per questo Visco è apparso ottimista, vista anche la frenata registrata nella  creazione di nuove sofferenze.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

PopBari, arriva la sberla da Bankitalia

Generali, la Consob apre le verifiche

Banca d’Italia, nel 2020 aumentano gli esposti per truffe online

NEWSLETTER
Iscriviti
X