Wall Street inizia a sperare in tassi stabili sino a settembre

A
A
A
di Luca Spoldi 7 Giugno 2016 | 14:09
Le parole rassicuranti di ieri di Janet Yellen continuano a sostenere Wall Street che apre in rialzo. Bene anche il petrolio, tornato sui 50 dollari al barile, come nel luglio 2015

WALL STREET APRE IN RIALZO – Dopo la giornata di ieri terminata in rialzo, anche oggi Wall Street continua a salire, spinta dalle parole della presidente della Federal Reserve secondo cui i tassi ufficiali saliranno “gradualmente” e senza particolare fretta, segno che a giugno non dovrebbero esservi rialzi e anche quello previsto per luglio potrebbe slittare a settembre se i dati macro riserveranno qualche ulteriore sorpresa negativa o nel referendum britannico vincesse il partito della “Brexit” e questo mettesse in subbuglio i mercati.

BENE ANCHE I BOND E IL PETROLIO – Così dopo una mezzora di scambi il Dow Jones segna +0,32%, l’S&P500 sale dello 0,21% e il Nasdaq oscilla a +0,04%. Dal canto loro i T-bond recuperano ulteriore terreno e vedono il rendimento del decennale ridiscendere sull’1,71% e quello del trentennale sul 2,53%. L’oro ridiscende a 1.223,4 dollari l’oncia (4 dollari meno di ieri), l’argento oscilla a 16,37 dollari (8 centesimi di perdita) e il petrolio raggiunge i 50 dollari al barile pieni, una trentina di centesimi sopra la chiusura della vigilia, tornando su livelli che non si vedevano dal luglio 2015.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Bond, le nuove emissioni governative e corporate. L’analisi

Asset allocation, obbligazioni: 4 fattori per evitare il green washing

Asset allocation: ecco come posizionarsi ora al meglio sui bond

NEWSLETTER
Iscriviti
X