Domanda elevata per i Btp italiani offerti in asta oggi

A
A
A
di Luca Spoldi 13 Giugno 2016 | 13:25
Domanda sempre sostenuta per i Btp italiani, così il Tesoro non ha avuto difficoltà a raccogliere 7 miliardi riaprendo emissioni dai 3 ai 30 anni, con rendimenti stabili

TASSI STABILI SUI BTP A 3 E 7 ANNI – Mattinata impegnativa per il Tesoro italiano, che collocava nuove tranche dei Btp a 3, a 7 e a 30 anni (due emissioni, settembre 2044 e marzo 2047). Secondo quanto precisa una nota di Banca d’Italia il Btp a 3 anni è stato collocato per 2 miliardi (il massimo offerto) a fronte di domande per 3,523 miliardi, pagando un rendimento di 0,08% lordo annuo (4 punti base più della precedente asta), mentre il Btp a 7 anni è stato assegnato per 3 miliardi (sempre il massimo offerto) a fronte di 3,961 miliardi richiesti, con un tasso dello 0,83% in calo di 5 basis point.

TUTTO ESAURITO ANCHE PER I BTP A 30 ANNI – Le due emissioni a 30 anni, offerte complessivamente per un quantitativo tra 1,5 e 2 miliardi, hanno visto assegnati 741,5 milioni la prima (settembre 2044) a fronte di 1,559 miliardi richiesti e 1,2585 miliardi la seconda (marzo 2047) a fronte di 1,99 miliardi richiesti. I due titoli, che sono stati dunque assegnati per complessivi 2 miliardi, hanno pagato un rendimento del 2,44% e del 2,49% lordo rispettivamente.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Investimenti: tre variabili chiave per i BTP

Mercati, spread: ecco come sfruttare i rialzi

Investimenti, obbligazioni: ecco a cosa prestare ora attenzione

NEWSLETTER
Iscriviti
X