Tris d’assi per Assoreti

A
A
A
di Andrea Giacobino 21 Giugno 2016 | 06:30
Mossa entra nel cda dell’associazione. Che si arricchisce con l’ingresso di due nuovi operatori: Deutsche Bank e Bper.

Tris d’assi per Assoreti, l’associazione delle banche-reti presieduta da Matteo Colafrancesco e guidata da Marco Tofanelli (nella foto). Il direttivo di ieri ha visto l’entrata di Gian Maria Mossa, direttore generale di Banca Generali, nel cda dell’associazione che ha registrato anche l’entrano nella compagine associativa di Deutsche Bank e Banca Popolare dell’Emilia Romagna, portando le società aderenti a 29, rappresentanti più di 450 miliardi di euro di masse gestite.
 
Inoltre il database per la elaborazione e la diffusione delle informazioni alle Autorità di Vigilanza ed al mercato, attraverso i comunicati stampa mensili e trimestrali,  si arricchisce permettendo, in un’ampia visione, una migliore configurazione dei sistemi di rilevazione, che tendono ad abbracciare l’intero segmento del servizio di consulenza fuori sede, includendo consulenti finanziari/private bankers, agenti e dipendenti.
 
D’altra parte, la configurazione del modello industriale tipico dell’offerta fuori sede, nella libera implementazione di modelli di servizio in concorrenza tra loro, è stata sempre accompagnata da Assoreti che rappresenta con autonomia ed efficacia le proprie linee strategiche e determinazioni alle Autorità ed al mercato, qualificandosi quale riconosciuto centro di interessi esponenziale del servizio di consulenza agli investimenti. Un ulteriore passo, dopo la trasformazione dell’APF in OCF, verso un modello, nel rispetto delle diverse configurazioni, che definisca qualitativamente il servizio di consulenza.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti