Piazza Affari: Saipem corre, Banco Popolare guida la ritirata delle banche

A
A
A
di Luca Spoldi 4 Luglio 2016 | 07:49
Banche di nuovo al centro di vendite in attesa che si chiarisca la vicenda dello “scudo” che il governo italiano chiede di poter attivare alla Commissione Ue. Saipem subito in luce

MILANO IN ROSSO MA BRILLA SAIPEM – Saipem in evidenza in avvio di settimana a Milano, dopo essersi aggiudicata commesse per 1,2 miliardi di dollari in Indonesia e dopo che il presidente Paolo Andrea Colombo in una intervista ha aperto all’ipotesi di future acquisizioni se si presentasse l’occasione. Dopo i primi scambi tuttavia a Piazza Affari prevale il segno negativo a causa di nuove prese di profitto sul comparto finanziario, così il Ftse Mib segna -0,87%, il Ftse Italia All-Share perde lo 0,81% e il Ftse Italia Star scivola in rosso dello 0,19%.

BENE ANCHE TENARIS, BANCHE INDIETRO TUTTA – Dal canto suo Saipem, come detto, brilla e guadagna l’1,9%, staccando Tenaris, unica ulteriore blue chip in rialzo di oltre un punto percentuale. Ancora in moderato allungo i titoli del lusso, mentre tra le banche sia Banco Popolare sia Bper cedono oltre il 4%. Attorno o sopra il 3,5% di perdita anche Mps, Bpm e Ubi Banca, mentre proseguono le trattative tra il governo italiano e la Commissione Ue per lo “scudo” bancario, consistente in una iniezione di liquidità da una quarantina di miliardi nelle banche, ancora da capire in quale forma.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Ftse Mib, l’allerta è massima. Le blue chip sotto i riflettori

Ftse Mib, massima attenzione ai supporti. Le blue chip sotto i riflettori

Blueindex: Natixis in luce, Banco Bpm in altalena

NEWSLETTER
Iscriviti
X