Banca Sistema sottotono dopo acquisizione Beta Stepstone

A
A
A
di Luca Spoldi 4 Luglio 2016 | 11:39
Banca Sistema sottotono a Piazza Affari dopo aver perfezionato l’acquisizione di Beta Stepstone che consentirà all’istituto di accrescere la presenza in Centro e Sud Italia

BANCA SISTEMA PERFEZIONE ACQUISIZIONE BETA STEPSTONE – Banca Sistema, istituto controllato al 45,3% da Fondazione Cr Alessandria, Fondazione Pisa, Fondazione Sicilia e Sgbs Srl, in cui Schroders è presente con una quota del 6,73%, specializzato nell’acquisto di crediti commerciali vantati nei confronti della pubblica amministrazione, perde quota a Piazza Affari (-1,27% a 2,026 euro per azione) dopo aver perfezionato l’acquisizione per 57,2 milioni di euro del 100% del capitale sociale di Beta Stepstone, società attiva in servizi di factoring dedicati agli operatori sanitari soprattutto nel Centro e Sud Italia.

CRESCERA’ TURNOVER ANNUO FACTORING E PRESENZA AL SUD – Una nota della stessa Banca Sistema precisa che il prezzo di acquisizione include una quota di interessi di mora non ancora incassati da Beta Stepstone pari a circa 16,3 milioni di euro e che un identico ammontare “è stato versato su un deposito a garanzia e verrà rilasciato a favore del venditore solo all’avvenuta riscossione dei sopra citati interessi di mora”. Secondo Banca Sistema l’acquisizione contribuirà ad aumentare il turnover annuo factoring di 150-250 milioni di euro. Costituita nel 2006, Beta Stepstone è una società di factoring con sede a Milano e uffici operativi a Napoli e Bologna che può contare su una base di circa 180 clienti e ha rapporti con 100 enti della pubblica amministrazione. La fusione di Banca Sistema con Beta Stepstone è prevista entro la fine del 2016.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Banca Sistema, accordo con Banco Bpm per un portafoglio crediti

Banca Sistema: aumentano i clienti e i volumi nel factoring

Banca Sistema: conti disponibili anche in Spagna grazie a Deutsche Bank

NEWSLETTER
Iscriviti
X