Sterlina cala di minimo in minimo, nonostante la Bank of England

A
A
A
Luca Spoldi di Luca Spoldi 6 Luglio 2016 | 09:12

STERLINA SEGNA NUOVI MINIMI – Nuovi brividi per la sterlina, nonostante ieri la Bank of England abbia tagliato da 0,5% a zero il Countercyclical Capital Buffer “almeno” fino al giugno del prossimo anno, un provvedimento che ridurrà i requisiti di capitale di 5,7 miliardi di sterline aumentando di 150 miliardi la capacità di prestito delle banche britanniche. Stamane tuttavia la valuta britannica è scesa sino a un minimo di 1,2796 contro dollaro, nuovo minimo degli ultimi 31 anni, prima di rimbalzare debolmente a 1,2981.

SCARSE LE DIFESE POSSIBILI – Secondo gli esperti del resto c’è poco da arrestare la caduta della sterlina a breve termine: l’esperienza storica dimostra che quando vi sono, come nel caso attuale, ampi movimenti ribassisti legati alla ristrutturazione del profilo di esposizione verso il rischio-paese degli investitori, la svalutazione è rapida e duratura.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Sterlina in calo, pesano incertezze su tassi e Brexit

Sterlina in calo dopo via libera parlamento inglese a legge Brexit

Sterlina a picco, pesa timore “hard Brexit”

NEWSLETTER
Iscriviti
X