Da Tokyo a Wall Street i listini risalgono oltre i livelli pre-Brexit

A
A
A
di Luca Spoldi 11 Luglio 2016 | 13:51
L’attesa per nuovi stimoli porta gli investitori a rientrare sull’azionario semmai approfittando dei livelli di prezzo più deboli causati dalla Brexit, così le borse risalgono

AZIONARIO MONDIALE TORNA A LIVELLI PRE-BREXIT – L’azionario globale ha superato lo shock della Brexit ed ovunque o quasi gli indici dei listini sono tornati ai livelli precedenti lo scorso 23 giugno. In Asia stamane Tokyo è balzato all’insù del 3,98%, il massimo segnato in una seduta da quando il premier Shinzo Abe e il suo governo hanno ottenuto un nuovo mandato per cercare di rilanciare la crescita. In Europa Londra segna al momento +0,93% con la sterlina in rialzo, Francoforte guadagna l’1,58% e Milano oscilla a +0,72%.

WALL STREET AVVIATA A SEGNARE NUOVI RECORD – A Wall Street dopo le prime battute il Dow Jones sale dello 0,53%, l’S&P500 oscilla a +0,3% e segna un nuovo massimo storico intraday (l’ultimo era stato segnato 13 mesi fa), mentre il Nasdaq guadagna l’1,54%. I dati del mercato del lavoro venerdì scorso sono apparsi più forti delle previsioni ma non così tanto da obbligare la Federal Reserve a rialzare i tassi a luglio e molti scommettono che, con le elezioni presidenziali a novembre, a questo punto per vedere un rialzo dei tassi sul dollaro si dovrà attendere almeno sino a dicembre.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mercati, crolla l’export del Regno Unito verso l’Europa

Intesa, il private britannico alle grandi manovre

Mercati, Forex: Sterlina in crisi e non solo per colpa della Brexit

NEWSLETTER
Iscriviti
X