Da Eni a ConocoPhilips, la stagione delle dismissioni sta partendo

A
A
A
Luca Spoldi di Luca Spoldi 14 Luglio 2016 | 09:59
Da Eni a ConocoPhilips le major petrolifere sembrano intenzionate ad aprire una stagione di dismissioni. Provano ad approfittarne produttori emergenti come Woodside Petroleum

ENI FIDUCIOSO IN CESSIONI PETROLIFERE – Il prolungato ribasso delle quotazioni petrolifere da un lato, la speranza di un graduale rialzo dall’altro, sembrano aver contribuito a rianimare il mercato delle esplorazioni petrolifere che in questi giorni vede in corso di perfezionamento varie transazioni. Claudio Descalzi, numero uno di Eni, negli ultimi giorni ha confermato di aver già ricevuto diverse manifestazioni d’interesse “informali” per il giacimento di gas offshore Zohr, scoperto l’anno scorso al largo dell’Egitto, mentre Exxon Mobile potrebbe acquisire una quota attorno al 15% dei giacimenti offshore detenuti dal gruppo italiano nell’area 4 del bacino di Rovuma (dove Eni ha diritti su circa il 50% dell’area).

WOODSIDE PETROLEUM COMPRA IN SENEGAL – Intanto Woodside Petroleum ha acquistato da ConocoPhillips asset in Senegal per 350 milioni di dollari di controvalore. ConocoPhilips deteneva il 35% di tre giacimenti, Rufisque Offshore, Sangomar Offshore e Sangomar Deep Offshore. Woodside Petroleum si è anche accordata per pagare 80 milioni di dollari per il completamento della transazione, compreso il trasferimento di opzioni per i futuri sviluppi dei tre giacimenti, ha fatto sapere la compagnia australiana. Gli analisti ritengono che la mossa possa costituire un azzardo in grado però di pagare a medio-lungo termine in caso di ripresa delle quotazioni petrolifere e pertanto di risalita dei valori delle concessioni per lo sfruttamento di giacimenti petroliferi e di gas naturale.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Polizze ora in bolletta con luce e gas

Borse avanti piano, la Yellen indebolisce il dollaro

Titoli petroliferi: non è ancora il caso di indulgere nell’ottimismo

Petrolio sui minimi a 7 mesi, scattano vendite su Saipem, Eni e Tenaris

Notizie positive dall’Iran per Eni, che recupera in borsa

Petrolio riparte, Russia e Arabia Saudita pronte a estendere i tagli produttivi

Piazza Affari chiude in rialzo grazie a Mps ed Eni

Eni e Mps illuminano la giornata di Piazza Affari

Opec: il mercato crede nell’accordo e il petrolio riparte

Petrolio sottotono nonostante i dati Usa, difficile intesa in seno all’Opec

Piazza Affari chiude a +1%, grazie ai titoli finanziari e petroliferi

Petrolio sopra i 47 dollari al barile, corrono Eni, Saipem e Tenaris: durerà?

Petroliferi sotto pressione, le major tagliano gli investimenti

Borse europee in frenata, ancora male Deutsche Bank

Borse europee in prudente recupero, restano in rosso i petroliferi

Petrolio prova rimbalzo, ma i titoli del settore restano prudenti

Piazza Affari dimezza il rialzo visto in mattinata

Piazza Affari, tornano acquisti sui titoli finanziari

Borse europee interrompono il rialzo, pesano trimestrali e tensione

Petrolio: niente accordo a Doha, scattano le vendite

Borse europee in moderato recupero, grazie a petroliferi e finanziari

Borsa di Milano avanti piano, Eni e Saipem subito in luce

Borse: segnali positivi dall’Asia all’Europa

Scorte petrolifere ai massimi negli Usa, ma Eni e Saipem recuperano

Il petrolio rimbalza dai minimi a 13 anni

Europa ancora in calo, pesano Cina e petrolio

Produttori auto indietro tutta sui listini europei

Eni, Saipem e Tenaris in rosso nonostante risalita petrolio

Parigi e Francoforte accelerano al rialzo

Yoox, Unipol e Mediaset corrono, ma i petroliferi frenano gli indici di Milano

Il calo del petrolio non pesa su Eni e Saipem, per ora

Solo Eni e UnipolSai si salvano dal rosso a Milano

Indici in calo, Milano fa eccezione

Ti può anche interessare

Cari Consulenti, gli head hunter vi spiano sui social

Ultimamente si sente parlare molto di social media recruiting, una nuova tendenza degli headhunter ...

SPECIALE ROADSHOW “ROAD TO THE FUTURE”: per Credit Suisse AM giocando si impara

A cosa serve un roadshow se non a tracciare la strada di un settore, quello della consulenza finanzi ...

Coronavirus, mercato azionario USA: recessione inevitabile?

A cura di Alberto Artoni, portfolio manager US Equity di AcomeA SGR   Tra tutti i possibili eve ...

NEWSLETTER
Iscriviti
X