Pictet Am: “Valute emergenti, riscossa in vista”

A
A
A
di Andrea Telara 1 Agosto 2016 | 08:58
Per il team di gestione Emerging Markets Debt dell’asset manager elvetico, nel 2016 continuerà la ripresa delle monete dei paesi in via di sviluppo.

RALLY IN VISTA – Da metà gennaio in avanti le valute emergenti (in particolare, dollaro di Singapore e il real brasiliano) sono state protagoniste di un forte rally rispetto al dollaro statunitense fino a fine aprile, per poi stabilizzarsi nel mese di maggio. Secondo il team di gestione Emerging Markets Debt di Pictet Asset Management, è probabile che questo rally abbia colto di sorpresa molti investitori, ma in realtà il mercato era pronto per un rimbalzo. L’atteggiamento più accomodante della banca centrale statunitense, la flessione del dollaro, il rialzo delle commodity e l’ampio divario tra i rendimenti dei titoli emergenti e quelli dei loro omologhi avanzati hanno favorito una ripresa degli investimenti nelle aree in via di sviluppo. Secondo l’Istituto della finanza internazionale (IIF) nei mercati emergenti si sono registrati afflussi di fondi per otto settimane consecutive, il periodo più lungo da giugno 2014.Tuttavia, nei paesi in via di sviluppo la ripresa può anche proseguire oltre. “Ci aspettiamo una nuova fase di apprezzamento dovuta a un’accelerazione della crescita trainata dai consumi, che dovrebbe coinvolgere l’intero mondo emergente”, hanno scritto in un recente commento gli esperti di Pictet Am.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Fondi, Pictet AM: al via il roadshow autunnale

Asset allocation: meno Giappone nei portafogli

Pictet: i mercati finanziari nel mondo post pandemia

NEWSLETTER
Iscriviti
X