Pioneer-Eurizon, torna il sogno delle nozze

A
A
A
di Andrea Giacobino 30 Agosto 2016 | 06:31
L’integrazione tra l’asset management di Unicredit e quello di Intesa proposta a Mustier dalle banche d’affari.

Tra i vari progetti sottoposti all’attenzione di Jean-Pierre Mustier (nella foto), ceo di Unicredit, per riequilibrare i conti del gruppo c’è anche la ripresa dell’idea del matrimonio tra Pioneer, controllata della banca di piazza Gae Aulenti attiva nell’asset management, ed Eurizon sua “omologa” di Intesa Sanpaolo. Lo scrive oggi “Il Messaggero” e l’indiscrezione, accreditata dalle banche d’affari, giunge dopo che Pioneer ha visto sfumare con l’arrivo di Mustier il progetto d’integrazione con Santander Asset Management varato sotto la precedente gestione di Federico Ghizzoni.
 
Sul dossier che darebbe vita ad un gruppo con masse in gestione per circa 500 miliardi di euro sarebbero attive Morgan Stanley, Goldman Sachs e altri advisor europei. Peraltro il polo azionale del risparmio gestito fu un’idea già circolata anni fa e bocciata allora sia perché poco ben vista dal governo Berlusconi, dalle autorità (Bankitalia in testa) e da soci importanti di Intesa, come Fondazione Cariplo.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti