Piazza Affari sale in scia a Campari e Mediaset, ora occhio al G-20 cinese

A
A
A
di Luca Spoldi 2 Settembre 2016 | 16:22
La borsa di Milano chiude in rialzo, con Campari e Mediaset in evidenza mentre soffre Stm, alla vigilia del G-20 di Hangzhou nel quale Pechino intende dettare l’agenda.

FTSE MIB DI NUOVO SOPRA QUOTA 17 MILA – La borsa di Milano termina la settimana con indici in allungo, dopo una mattinata prudente, grazie al dato meno forte del previsto del mercato del lavoro Usa in agosto, che rinnova le speranze per un rinvio ulteriore del rialzo dei tassi da parte della Federal Reserve a fine anno. Così al termine della seduta l’indice Ftse Mib sale dell’1,54%, riportandosi finalmente sopra quota 17 mila, col Ftse Italia All-Share a +1,42% e il Ftse Italia Star che guadagna lo 0,52%.

VOLANO CAMPARI E MEDIASET – Tra le blue chip della borsa di Milano volano Campari e Mediaset, entrambe terminate sopra il 3% di rialzo; bene anche Intesa Sanpaolo, con Azimut e Banco Popolare la migliore tra i finanziari con guadagni di poco inferiori al 3%. Poche le eccezioni negative della giornata: Stmicroelectronics soffre la revisione al ribasso del giudizio di Bank of America Merrill Lynch e perde il 2,69%, qualche presa di profitto indugia ancora su Fiat Chrysler Automobiles, che risente del tono dimesso del settore auto europeo, e su FinecoBank.

NEL FINE SETTIMANA OCCHIO AL G-20 CINESE – Nel fine settimana l’attenzione degli investitori si sposta in Cina, dove a Hangzhou si apre oggi il G-20 che dovrebbe vedere Pechino avanzare una serie di proposte per assumere un ruolo di leadership alternativo a quello statunitense. La Cina sembra puntare a una ripresa economica che passi da un nuovo impulso alla “green economy”, nuove regole del commercio internazionale per favorire gli investimenti, riforme dei sistemi finanziari internazionali e lotta alla corruzione, nonché sostegno al definitivo sviluppo dell’Africa. Dalla risposta di Europa e Stati Uniti dipenderà il rilancio o meno di un appuntamento che da tempo ha perso ogni carica realmente propulsiva.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti