Petrolio prova rimbalzo, ma i titoli del settore restano prudenti

A
A
A
Luca Spoldi di Luca Spoldi 8 Settembre 2016 | 10:14
Prezzo del petrolio in ripresa dopo il dato delle scorte Usa diramato dall’Api, in deciso calo. Oggi i dati Eia e gli investitori temono sorprese. Prudenti Eni, Saipem e Tenaris

PETROLIO PROVA NUOVO RIMBALZO – Quotazioni del petrolio in ripresa stamane, col Brent del Mare del Nord a 48,67 dollari al barile (+1,44%) e il Wti a 46,27 dollari (+1,69%). A far scattare gli acquisti ha contributo la pubblicazione dei dati Api sulle scorte di greggio Usa, in forte calo (-12,1 milioni di barili). L’Api ha anche segnalato come anche che le scorte di benzina sono in calo (di 2,3 milioni di barili).

ATTENZIONE AI DATI ODIERNI SULLE SCORTE – La frenata non pare tuttavia legata al rallentamento della produzione, quanto alla ridotta attività di alcune raffinerie a causa di un forte uragano che ha colpito negli ultimi giorni gli. Oggi il dato ufficiale dell’Eia potrebbe dunque presentare una discordanza (le attese di consenso sono per un incremento di 900 mila barili) e generare fluttuazioni sul prezzo dei prodotti petroliferi e dei titoli azionari del comparto.

ENI E SAIPEM PRUDENTI, CEDE TENARIS – A Piazza Affari stamane i titoli petroliferi reagiscono con prudenza e dopo un avvio generalmente in rialzo frenano nuovamente, con Tenaris in calo dello 0,65%, Eni che conserva  un guadagno dello 0,22% e Saipem che oscilla a +0,14%. Su base annua Tenaris conserva un rialzo del 9,42%, Eni limita i danni (-5,32%) mentre Saipem risente ancora dell’aumento di capitale dello scorso febbraio e segna una caduta del 58,77%, nonostante qualche recente segnale di ripresa (+3,94% negli ultimi tre mesi).

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Polizze ora in bolletta con luce e gas

Borse avanti piano, la Yellen indebolisce il dollaro

Titoli petroliferi: non è ancora il caso di indulgere nell’ottimismo

Petrolio sui minimi a 7 mesi, scattano vendite su Saipem, Eni e Tenaris

Notizie positive dall’Iran per Eni, che recupera in borsa

Petrolio riparte, Russia e Arabia Saudita pronte a estendere i tagli produttivi

Piazza Affari chiude in rialzo grazie a Mps ed Eni

Eni e Mps illuminano la giornata di Piazza Affari

Opec: il mercato crede nell’accordo e il petrolio riparte

Petrolio sottotono nonostante i dati Usa, difficile intesa in seno all’Opec

Piazza Affari chiude a +1%, grazie ai titoli finanziari e petroliferi

Petrolio sopra i 47 dollari al barile, corrono Eni, Saipem e Tenaris: durerà?

Petroliferi sotto pressione, le major tagliano gli investimenti

Borse europee in frenata, ancora male Deutsche Bank

Borse europee in prudente recupero, restano in rosso i petroliferi

Piazza Affari dimezza il rialzo visto in mattinata

Piazza Affari, tornano acquisti sui titoli finanziari

Borse europee interrompono il rialzo, pesano trimestrali e tensione

Da Eni a ConocoPhilips, la stagione delle dismissioni sta partendo

Petrolio: niente accordo a Doha, scattano le vendite

Borse europee in moderato recupero, grazie a petroliferi e finanziari

Borsa di Milano avanti piano, Eni e Saipem subito in luce

Borse: segnali positivi dall’Asia all’Europa

Scorte petrolifere ai massimi negli Usa, ma Eni e Saipem recuperano

Il petrolio rimbalza dai minimi a 13 anni

Europa ancora in calo, pesano Cina e petrolio

Produttori auto indietro tutta sui listini europei

Eni, Saipem e Tenaris in rosso nonostante risalita petrolio

Parigi e Francoforte accelerano al rialzo

Yoox, Unipol e Mediaset corrono, ma i petroliferi frenano gli indici di Milano

Il calo del petrolio non pesa su Eni e Saipem, per ora

Solo Eni e UnipolSai si salvano dal rosso a Milano

Indici in calo, Milano fa eccezione

NEWSLETTER
Iscriviti
X