Italgas presenta domanda ammissione sul Mta

A
A
A
Luca Spoldi di Luca Spoldi 13 Settembre 2016 | 07:41
Delistata nel 2003, Italgas si prepara a tornare a Piazza Affari entro fine anno. L’operazione può valere tra i 6,5 e i 7 miliardi di euro, mercati permettendo.

ITALGAS PRESENTA DOMANDA AMMISSIONE – A volte ritornano: era il febbraio 2003 quando Italgas, a seguito di un’Opa lanciata dalla controllante Eni, diceva addio a Piazza Affari, ora dopo 13 anni e mezzo Snam Rete Gas riporta il titolo sul Mta, anche se con qualche differenza. Ad aver presentato, ieri, domanda di ammissione è infatti l’ex ITG Holding Spa, società nata a seguito di uno scorporo dalla stessa Snam Rete Gas che ha assunto la denominazione Italgas Spa (mentre la società operativa Italgas Spa ha assunto in parallelo la nuova denominazione di Italgas Reti Spa) proprio in vista dell’ammissione sul listino azionario italiano.

IPO PREVISTA PER FINE ANNO – L’Ipo è ora attesa entro fine anno, probabilmente in novembre, e secondo le indicazioni finora fornite dai vertici di Snam Rete Gas, post scissione la capogruppo manterrà una quota del 13,5% di Italgas, il 25,08% rimarrà in mano a Cdp Reti  e lo 0,97% a Cdp Gas (queste tre partecipazioni saranno legate tra loro da un patto parasociale), mentre il 60,5% finirà sul mercato come flottante. Snam Rete Gas aveva rilevato la società, proprietaria di gran parte dei gasdotti esistenti in Italia, insieme a Stogit nel 2009 da Eni per 4,5 miliardi di euro.

VALORE POTENZIALE TRA 6,5 E 7 MILIARDI – Per quanto riguarda il valore della nuova Italgas, secondo quanto a suo tempo sottolineato da Marco Alverà, amministratore delegato di Snam Rete Gas, solitamente questa tipologia di titoli “trattano a premio sulla Rab (Regulated asset base, a fine 2015 pari a circa 5,7 miliardi di euro, ndr), che potrebbe essere intorno a 18%-20%”. Come dire che se tutto va bene la nuova Italgas potrebbe valere tra i 6,5 e i 7 miliardi di euro: filerà tutto liscio o le manovre sui tassi della Federal Reserve da un lato e le tensioni politiche legate al referendum costituzionale italiano dall’altro ostacoleranno l’operazione? La risposta tra poche settimane.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Piazza Affari: indici in rosso, ma non è solo colpa della politica

Piazza Affari in rosso, pesano le troppe incertezze sul comparto bancario

Piazza Affari in rosso, sulle borse pesano le tensioni geopolitiche

NEWSLETTER
Iscriviti
X