Azimut, l’ora del cambio della guardia

A
A
A
di Andrea Giacobino 27 Settembre 2016 | 18:30
Albarelli nominato a.d., Giuliani resta presidente ma senza deleghe operative.

E’ ufficiale il cambio della guardia operativa alla testa della quotata Azimut Holding. Ieri sera infatti il consiglio di amministrazione della rete quotata di consulenti finanziari e private banker ha nominato per cooptazione Sergio Albarelli (nella foto), già senior director Southern Europe & Benelux di Franklin Templeton Investments, conferendogli la carica di amministratore delegato della società con le opportune deleghe per la gestione sociale a far data dal 3 ottobre 2016. 

La cooptazione è avvenuta a seguito delle dimissioni rassegnate, nel corso della medesima seduta, dal consigliere , eletto nella scorsa assemblea degli azionisti del 28 aprile 2016 come amministratore esecutivo con la lista unica di Timone Fiduciaria. Come già annunciato, l’attuale presidente e amministratore delegato ad interim, Pietro Giuliani, rimarrà nel consiglio con la carica di presidente senza deleghe operative.
 
Restano come co-amministratori delegati Marco Malcontenti e Paola Mungo, quest’ultima fino all’assemblea che approverà il bilancio 2016.
 
Andrea Giacobino

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Azimut, il venture capital punta a sud-est

Azimut, il migliore private & wealth management

Azimut, un nuovo accordo a tinte verdeoro

NEWSLETTER
Iscriviti
X