Bluerating: Unicredit si riporta in testa, Barclays, Gam e Old Mutual perdono quota

A
A
A
di Luca Spoldi 13 Ottobre 2016 | 11:31
Unicredit allunga il passo alla vigilia del collocamento di un ulteriore 20% di FinecoBank e riguadagna la testa della classifica giornaliera del Blueindex

UNICREDIT SI METTE IN MOSTRA – Unicredit “fiuta” nuove operazioni straordinarie, concretizzatesi poi nella cessione di un ulteriore 20% di FinecoBank annunciata a mercati chiusi, e con un +2,39% riesce a riconquistare la testa del Blueindex davanti a Legg Mason (+2,16%). Nel complesso la seduta di ieri ha visto 23 componenti del paniere chiudere in rialzo contro 17 in calo, confermando come sui mercati l’attesa per le prossime mosse della Federal Reserve si stia traducendo in una maggiore rotazione settoriale e in una maggiore volatilità dei singoli titoli.

BARCLAYS, GAM E OLD MUTUAL SOTTOTONO – Dalla parte opposta della classifica giornaliera del Blueindex a pagare lo scotto maggiore sono Barclays Bank (-2,29% dopo che gli analisti di Deutsche Bank hanno ribadito il proprio “hold” con un target price di 176 pence per azione sul titolo), Gam Holding (-3,07%), ormai calata sotto le quotazioni medie delle ultime 50 sedute, e Old Mutual, che continua a perdere terreno avendo ceduto ieri un altro 1,5%, senza peraltro particolari notizie.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Hsbc Holding paga 100 milioni di dollari per causa legata alla vicenda Libor

Blueindex: BlackRock si porta in testa, ma tutti attendono la Bce

Old Mutual brilla in una seduta dal finale nervoso

NEWSLETTER
Iscriviti
X