Goldman Sachs: la trimestarle batte le attese di Wall Street

A
A
A
di Luca Spoldi 18 Ottobre 2016 | 13:34
La trimestrale di Goldman Sachs batte le attese di Wall Street, grazie in particolare ai buoni risultati ottenuti dall’intermediazione su azioni e titoli a reddito fisso.

GOLDMAN SACHS MEGLIO DEL PREVISTO – Goldman Sachs batte le attese e registra utili per 2,09 miliardi di dollari (4,88 dollari per azione contro i 3,88 dollari attesi in media dagli analisti americani) nel terzo trimestre, con una crescita del 47% su base annua, grazie in particolare all’aumento (+49%) dei profitti derivanti dall’intermediazione sul reddito fisso e di quelli (+1,8%) dall’intermediazione su titoli azionari, ma anche grazie all’ulteriore riduzione di costi e posti di lavoro nelle divisioni reddito fisso e mercati azionari dei capitali voluta dal Ceo Lloyd Blankfein che sta riducendo le posizioni più senior facendo crescere i junior in vista di un rimbalzo dell’attività.

NON SOLO L’INTERMEDIAZIONE CORRE – I ricavi netti sono saliti del 19% a 8,17 miliardi di dollari, anche in questo caso superando le attese di consensus (che oscillavano attorno poco sopra i 7,4 miliardi); anche le spese sono cresciute del 10% a 5,3 miliardi, oltre le attese (consensus: 4,9 miliardi) a causa in particolare di una crescita del 36% su base annua dei compensi e dei benefit. Nei primi nove mesi dell’anno Goldman Sachs ha accantonato il 41% dei suoi profitti per pagare i propri dipendenti, leggermente più del 40% segnato l’anno scorso nello stesso periodo.

FRENANO I RISULTATI DELL’ADVISORY – Anche profitti da sottoscrizione di debito (+17%) e aumenti di capitale (+19%) sono in crescita ma mentre nel primo caso con 652 milioni di dollari il dato ha superato le attese (consensus: 586 milioni), nel secondo caso con 227 milioni si è rimasti appena al di sotto (consensus: 233 milioni). In calo i proventi da advisory: -19% a 658 milioni, meno delle attese (consensus: 685 milioni). In compenso salgono i proventi da investment management (1,49 miliardi, +4,4%) e più che raddoppiano quelli della divisione prestiti e investimenti (1,4 miliardi). Nel complesso il Roi (ritorno sul capitale investito) di Goldman Sachs è risultato pari all’11,2% annualizzato nel trimestre.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Goldman Sachs ora punta sugli algoritmi quantistici

Mercati, commodity: ecco i nuovi target price di Goldman Sachs

Rame sempre più sugli scudi. I target di Goldman e gli Etc a Milano

NEWSLETTER
Iscriviti
X