Infocamere amplia le sue funzioni

A
A
A
Avatar di Redazione 19 Dicembre 2017 | 12:03
Da oggi è Local Operating Unit (LOU) per l’assegnazione, il rinnovo e la gestione informatica del codice LEI (Legal Entity Identifier), destinato alle “legal entities” per effettuare transazioni sui mercati finanziari.

A  seguito della conclusione positiva del processo di accreditamento presso la GLEIF (Global Legal Entity Identifier Foundation), da oggi InfoCamere è a tutti gli effetti una Local Operating Unit (LOU) del sistema attraverso cui è possibile ottenere l’assegnazione, il rinnovo e la gestione informatica del codice LEI (Legal Entity Identifier), per le “legal entities” residenti in Italia. Il codice LEI è un codice univoco di 20 caratteri alfanumerici basato sullo standard internazionale ISO 17442 ed è l’identificativo internazionale unico per prendere parte a transazioni sui mercati finanziari mondiali. Vale un anno, alla scadenza deve essere rinnovato ed è pubblicato nella visura camerale dell’impresa.

Da oggi InfoCamere è una delle 30 LOU operative nelle 243 giurisdizioni, individuate a livello mondiale, nell‘ambito del sistema GLEIS (Global Legal Entity Identifier System). I codici LEI complessivamente rilasciati sono oltre 612.000, di cui oltre 50.000 da parte di InfoCamere (che dal 2014 opera come organismo pre-LOU). Dopo Stati Uniti, Gran Bretagna, Germania e Olanda, l‘Italia è la quinta nazione per numero di codici rilasciati. Ogni giorno InfoCamere pubblica sul sito lei-italy.infocamere.it il file che riporta i dati relativi alle entity italiane a cui ha rilasciato il codice LEI.

La categoria delle “entity” alle quali InfoCamere rilascia il codice LEI è piuttosto ampia e comprende, in generale, i soggetti iscritti al Registro Imprese, i comparti dei fondi di investimento italiani gestiti da società iscritte al Registro Imprese, i fondi pensione italiani e tutti gli Enti diversi dai precedenti che risiedono in Italia e sono soggetti all’obbligo di reporting. I punti di forza del servizio offerto da InfoCamere sono affidabilità e qualità. Per ottenere il codice LEI non serve effettuare alcuna registrazione, basta essere dotati di una PEC e di un certificato di firma digitale. Per le società e le ditte individuali i dati associati al codice LEI sono sempre allineati con il Registro Imprese, non è necessario comunicare eventuali variazioni o aggiornamenti ai dati. La certificazione dei processi e l’allineamento con il Registro Imprese consentono di mantenere ai massimi livelli la qualità dei dati trattati.

Istituita dal Financial Stability Board nel giugno del 2014 con l’obiettivo di sostenere l’implementazione e l’utilizzo del sistema GLEIS (Global Legal Entity Identifier System), la Fondazione ha per mandato quello di supportare l’implementazione e l’utilizzo a livello mondiale del GLEIS.

 

Distribuzione dei codici LEI rilasciati dal 2014 ad oggi per tipologia del soggetto richiedente 

Tipologia di Entity Numero soggetti Peso %
Società di Capitali 40.631 73,5%
Società di Persone 8.006 14,5%
Imprese Individuali e altre forme 5.849 10,6%
Fondi 419 0,7%
Altri Enti 281 0,5%
Fondazioni 67 0,1%
Fondi pensione 33 0,1%
TOTALE  55.286 100,0%

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

La sfida globale dei dati

InfoCamere, un 2018 in crescita

Nel “cassetto digitale” arriva anche la visura in inglese

NEWSLETTER
Iscriviti
X