Bitcoin nel mirino in Francia

A
A
A

Campanello d’allarme dell’authority transalpina che vigila sui mercati finanziari

Andrea Telara di Andrea Telara27 dicembre 2017 | 11:34

L’autorità francese che vigila sui mercati finaziari (Amf), mette in guardia gli investitori dai rischi legati al Bitcoin. “L’acquisto e vendita e l’investimento della criptovaute”, ricorda l’Amf, “attualmente avviene al di fuori di qualsiasi mercato regolamentato. Gli investitori sono quindi esposti a un rischio di perdita molto elevato in caso di una correzione al ribasso e non beneficiano di alcuna garanzia o protezione del capitale investito. I bitcoin non sono considerati strumenti finanziari e quindi non rientrano nell’ambito di vigilanza diretta dell’Amf. Non possono essere classificati come valute o considerati un mezzo di pagamento nel senso legale del termine, pertanto non sono soggetti al quadro normativo per i mezzi di pagamento”. L’autorità francese sottolinea che l’ambiente tecnologico blockchain può fornire molte opportunità in termini di utilizzo per le imprese e sono fonti di innovazione; tuttavia l’Amf in considerazione dell’alta volatilità dei bitcoin e dell’assenza di normative specifiche, raccomanda estrema attenzione nell’investire in tali beni.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Opzioni binarie, dalla Francia arriva l’allarme sui falsi samaritani

Ti può anche interessare

Dazi, Trump rincara la dose

Il giorno dopo il nulla di fatto dell’ultimo round negoziale con Pechino, il Presidente Tru ...

Italia, il settore produttivo storce il naso

Il settore manifatturiero italiano sta perdendo la fiducia. Lo registra un’indagine di Markit, ...

Salone del Risparmio, domani apre il n. 10

Le sfide per sostenere i criteri Esg, la compliance rispetto alle richieste di sostenibilità, inclu ...