Bitcoin nel mirino in Francia

A
A
A

Campanello d’allarme dell’authority transalpina che vigila sui mercati finanziari

Andrea Telara di Andrea Telara27 dicembre 2017 | 11:34

L’autorità francese che vigila sui mercati finaziari (Amf), mette in guardia gli investitori dai rischi legati al Bitcoin. “L’acquisto e vendita e l’investimento della criptovaute”, ricorda l’Amf, “attualmente avviene al di fuori di qualsiasi mercato regolamentato. Gli investitori sono quindi esposti a un rischio di perdita molto elevato in caso di una correzione al ribasso e non beneficiano di alcuna garanzia o protezione del capitale investito. I bitcoin non sono considerati strumenti finanziari e quindi non rientrano nell’ambito di vigilanza diretta dell’Amf. Non possono essere classificati come valute o considerati un mezzo di pagamento nel senso legale del termine, pertanto non sono soggetti al quadro normativo per i mezzi di pagamento”. L’autorità francese sottolinea che l’ambiente tecnologico blockchain può fornire molte opportunità in termini di utilizzo per le imprese e sono fonti di innovazione; tuttavia l’Amf in considerazione dell’alta volatilità dei bitcoin e dell’assenza di normative specifiche, raccomanda estrema attenzione nell’investire in tali beni.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Opzioni binarie, dalla Francia arriva l’allarme sui falsi samaritani

Ti può anche interessare

Il deficit italiano, tra Di Maio e le valutazioni Istat

Rrivisto al ribasso il debito pubblico italiano nel 2017 ...

Mercati globali, la Bce lancia l’allarme

Brexit e manovra di bilancio italiana. Sono i due fattori che possono destabilizzare i mercati secon ...

Investimenti, il petrolio è sempre più americano

A che punto sta l’oro nero? Lo scopriamo con il supporto del commento sul mercato petrolifero ...