Consob, Nava per il dopo Vegas

A
A
A
di Redazione 27 Dicembre 2017 | 11:55
Manca poco alla nomina ufficiale

Sono stati cinque i candidati più “quotati” alla poltrona di presidente Consob, nello specifico Carmine di Noia (già vice direttore generale e responsabile del Mercato dei Capitali e Società Quotate in Assonime), Marcello Messori (già presidente Assogestioni), Anna Genovese, Lucrezia Reichlin e Mario Nava (responsabile per istituzioni finanziarie della Commissione europea e già consigliere di Romano Prodi negli anni trascorsi a Bruxelles come presidente della Commissione e nello staff di Mario Monti negli anni in cui era commissario Ue per il mercato interno).

Una sfida che ha visto Nava uscire come vincitore, dopo essere stato nominato dal consiglio dei ministri dello scorso 22 dicembre 2017; la nomina ufficiale dovrà comunque passare al vaglio delle commissioni parlamentari per un parere non vincolante (nome che però pare essere pienamente condiviso da Pd e Forza Italia, come riporta La Stampa).

A livello curricolare Mario Nava, nato a Milano nel 1966, si è laureato in economia alla Università Bocconi (1989), per poi studiare all’Università cattolica di Lovanio in Belgio (dove ha ottenuto un Master’s nel 1992) e infine alla London School of Economics (dove ha completato gli studi con un dottorato in finanza nel 1996).

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Consulenza, ora gli italiani ci credono di più

Consob, malumori interni

Board Generali, la Consob inizia gli esami

NEWSLETTER
Iscriviti
X