Esma, faro su derivati e criptovalute

A
A
A
di Chiara Merico 22 Gennaio 2018 | 11:05
La consultazione intende stabilire se gli operatori finanziari possono avvalersi – a protezione degli investitori – dei poteri di product intervention previsti dall’articolo 40 della direttiva Mifir. L’Authority vuole poi appurare se tali misure siano applicabili anche nel caso delle criptovalute.

LA CONSULTAZIONE – L’Esma (European Securities and Markets Authority) ha avviato lo scorso 15 dicembre  una consultazione con gli operatori finanziari sulla possibilità di avvalersi – a protezione degli investitori – dei poteri di product intervention previsti dall’articolo 40 della direttiva Mifir in caso di commercializzazione, distribuzione o vendita di Cfd (contract for difference), compresi il forex spot e le opzioni binarie. L’Autorità europea intende inoltre appurare se tali misure siano applicabili anche nel caso delle criptovalute, con il conseguente divieto di commercializzazione, distribuzione o vendita di opzioni binarie agli investitori retail. La consultazione si chiuderà il 5 febbraio 2018.

 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Reti e gestori, tremano i profitti con la scure dell’Esma

Vanguard: le indicazioni dell’Esma non fermeranno la crescita delle gestioni patrimoniali

Consob, vietate vendite allo scoperto su 20 titoli: ecco quali

NEWSLETTER
Iscriviti
X