Forex e cfd, sanzione per servizi di trading online abusivi

A
A
A

Consob ha ripreso il Sig. Amots Zvik e la Yamix Marketing (UK) Ltd

Matteo Chiamenti di Matteo Chiamenti2 febbraio 2018 | 09:31

Nuova delibera di Consob che riporta una sanzione in merito a un’offerta non autorizzata di servizi di investimento. Questa volta a essere coinvolti sono il sig. Amots Zvik, in qualità di Director della Yamix Marketing (UK) Ltd e, a titolo di responsabilità solidale, la medesima società.

I sopracitati soggetti sono stati ritenuti da Consob responsabili della violazione dell’art. 18, comma 1, del D. Lgs. n. 58/1998. Più nel dettaglio ecco quanto rilevato dall’attività di vigilanza svolta dalla Divisione Tutela del Consumatore:

– nel periodo dall’11 settembre al 20 ottobre 2015 (data dell’ultima verifica svolta sul web), dal sito www.algobanque.com, disponibile anche in italiano, veniva offerto ad investitori residenti in Italia – dietro apertura di un conto e previo versamento di una provvista – la possibilità di negoziare prodotti Forex e contract for difference (CFD) tramite piattaforme di trading on lineaccessibili dal suddetto sito;

– l’attività svolta dal sito è riconducibile alla prestazione di servizi di investimento in via professionale nei confronti del pubblico italiano, mediante mezzi di comunicazione a distanza, rilevante ai sensi dell’art. 18, comma 1, del Tuf;

– la Yamix Marketing (UK) Ltd, menzionata tra i soggetti di riferimento per l’offerta del servizio di trading on line svolta dal sito www.algobanque.com, non era autorizzata alla prestazioni di servizi d’investimento e, all’epoca dei fatti, il sig. Amots Zvik aveva l’incarico di Director della medesima società;

Al sig. Amots Zvik in qualità di Directordella Yamix Marketing (UK) Ltd all’epoca dei fatti, è stata imposta una sanzione amministrativa pecuniaria dell’importo di € 15.000, somma della quale è contestualmente ingiunto il pagamento mentre alla Yamix Marketing (UK) Ltd, ai sensi dell’art. 195, comma 9, del d.lgs. n. 58/1998, quale responsabile in solido, con l’autore della violazione, è stato ingiunto il pagamento dell’importo della suindicata sanzione di euro 15.000, con obbligo di regresso nei confronti dell’autore della violazione sopra indicato.

Il testo completo della delibera 19971 è disponibile qui.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Derivati, parte l’offensiva della vigilanza dopo Mifid 2

Mercati, obbligazionari con la leva

Opzioni binarie, divieto di vendita al retail

Ti può anche interessare

Mps, cambio di rotta in vista

Se le autorità europee daranno il via alla vendita di crediti deteriorati, per il Monte dei Paschi ...

Consulenti, come diventare una Star dei colloqui

Tutto quello che devi sapere per fare centro al primo colloquio di lavoro ...

Conte bis, accelerata sull’export

Al centro del governo Conte-bis ci sarà l’incremento dell’export italiano. La questione ...