Truffe, Western Union propone un fondo risarcimento

A
A
A
di Matteo Chiamenti 5 Febbraio 2018 | 09:50
Interessante iniziativa della società a tutela dei soggetti truffati

I casi di truffe finanziarie sono una triste costante delle cronache finanziarie moderne. Per fortuna però sono sempre più intense le iniziative di contrasto verso queste azioni, unitamente alle proposte di sostegno verso le vittime.

A tal proposito Anna D’Antuono, avvocato consulente di Aduc, segnala la notizia di un intervento di Western Union, uno dei principali servizi di Money Transfer, che ha stanziato la cifra di 586 milioni di dollari per offrire un risarcimento ai soggetti truffati tramite la propria attività.

Sarà possibile ottenere un risarcimento per le truffe avvenute dal 1 gennaio 2004 al 19 gennaio 2017.

La decisione è figlia del fatto che Western Union è utilizzato spesso come “veicolo” per la ricezione del denaro da parte dei truffatori, elemento sul quale aveva in passato posto il faro la Us Federal Trade Commission, l’Autorità Garante dei consumatori (la stessa WUha ammesso di aver violato la normativa sui servizi di pagamento, agevolando quindi le condotte illegali).

Lasciando ai lettori la valutazione delle intenzioni del gesto di Western Union, vi riportiamo di seguito il form per la compilazione della domanda d risarcimento

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Consulenza e rendiconti Mifid 2, la stroncatura dell’Aduc

Spauracchio investimenti, dopo i diamanti arriva l’allarme francobolli

Diamanti, si ritiri chi può

NEWSLETTER
Iscriviti
X