Offensiva Consob contro i broker abusivi

A
A
A

Quattro nomi importanti nel mirino dell’autorità

Matteo Chiamenti di Matteo Chiamenti19 febbraio 2018 | 11:21

L’attenzione al mondo dell’offerta abusiva di servizi di investimento è ormai da tempo nelle nostre corde. A tal proposito vi segnamo una recente offensiva da parte di Consob nei confronti di alcuni broker abusivi tra i più attivi in Italia.

I nomi finiti nel mirino dell’autorità sono quelli di www.toroption.com, www.iforex24.com, www.xlrtrade.com e www.tradex1.com; l’autorità ha ordinato per tutti i sopracitati casi, ai sensi dell’art. 7-octies, comma 1, lett. b), del D. lgs. n. 58/1998 di porre termine alla violazione dell’art. 18 del Tuf posta in essere tramite i suddetti domini internet.

L’attività infatti svolta tramite i siti in oggetto è riconducibile alla prestazione di servizi di investimento, di cui all’art. 1, comma 5, del Tuf, in quanto è offerta ai clienti la possibilità di aprire un conto di trading a valere sul quale è possibile impartire ordini di acquisto e/o vendita aventi ad oggetto strumenti finanziari.

Come ci ricorda Consob la prestazione di attività e servizi di investimento è riservata ai soggetti abilitati di cui all’art. 18, comma 1, del Tuf ai sensi del quale “L’esercizio professionale nei confronti del pubblico dei servizi e delle attività di investimento è riservato alle imprese di investimento e alle banche”, elenco al quale tutte le società titolari dei siti che abbiamo descritto NON appartengono.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Gestione di portafogli abusiva, arriva la doppia sanzione

Coppia di abusivi sotto la scure di Consob

Consob, arriva la sanzione per un broker abusivo

Ti può anche interessare

La mannaia dell’Iva incombe sulle famiglie

Come la trappola dell'iva potrebbe impattare sui conti degli italiani ...

Il “buy” del consulente – 15/10/18, da Eni a Piaggio

I consigli giusti in diretta da Piazza Affari ...

Asset allocation: nel 2019 occasione commodity

Col finire dell’anno fioccano le riflessioni su quelle che potrebbero essere le opportunità per i ...