Banca Generali, l’orizzonte è sostenibile

A
A
A

I buoni risultati di bilancio si accompagnano alla dichiarazione Esg

Matteo Chiamenti di Matteo Chiamenti2 marzo 2018 | 09:23

Il 2017 si chiude con il sorriso e il 2018 riparte nel segno della sostenibilità. Sono questi i due elementi di sintesi dell’ultimo consiglio di amministrazione di Banca Generali che, riunitosi sotto la presidenza di Giancarlo Fancel (nella foto), ha approvato il progetto di bilancio individuale e il bilancio consolidato al 31 dicembre 2017. Il consiglio ha inoltre approvato la relazione sul governo societario e gli assetti proprietari, quale parte della relazione sulla gestione. Ma andiamo con ordine.

Partendo dai numeri del 2017 il progetto di bilancio conferma l’utile netto consolidato preliminare a 204,1 milioni di euro in aumento del 31% rispetto al 2016. Il margine di intermediazione si è attestato a 450 milioni di euro (+18,8%), beneficiando in particolare del forte progresso delle commissioni nette a 370,5 milioni di euro (+29,8%) tra cui si segnala una crescente diversificazione delle voci di ricavo ricorrenti. Alla luce dei risultati economici e della solidità patrimoniale rilevata, Il Consiglio di Amministrazione ha ritenuto di proporre alla prossima Assemblea la distribuzione di un dividendo per azione di 1,25 euro per ciascuna delle 116.379.062 azioni ordinarie in circolazione per un ammontare complessivo di 145 milioni di euro. Il rendimento implicito ai prezzi di chiusura del 26 febbraio è pari al 4,6%.

Grande enfasi è stata poi data ai temi della sostenibilità. A partire da bilancio 2017, l’informativa sulla responsabilità sociale d’impresa, giunta alla sua nona edizione, verrà integralmente concentrata nel bilancio d’esercizio. Banca Generali ha deciso infatti di aderire ai dettami del D. Lgs 254/2016 (decreto che recepisce in Italia la Direttiva Europea 2014/95 che disciplina la comunicazione delle informazioni di carattere non finanziario con particolare riferimento alle questioni ambientali, sociali, rispetto dei diritti umani, lotta alla corruzione e aspetti legati al personale dipendente) e dunque muoversi verso una comunicazione sempre più integrata ed esauriente nei confronti di tutti i suoi stakeholder.

Più nel dettaglio la strategia di sostenibilità della banca è incentrata sulla crescita sostenibile nel tempo, la valorizzazione delle persone, la sensibilità al contesto sociale e la riduzione degli impatti ambientali diretti e indiretti. Pertanto in aggiunta agli indicatori finanziari tradizionali Banca Generali misura la ricchezza generata e distribuita a favore dei suoi stakeholder attraverso il Valore Aggiunto Globale (VAG). Nel 2017 il VAG è stato pari a €748,8 milioni con un sensibile aumento del 21% rispetto all’anno precedente. Nel corso dell’anno grande rilevanza è stata posta alla People Strategy per mettere al centro le persone che lavorano in Banca Generali, promuovendone la crescita e la condivisione della cultura e degli obiettivi aziendali. Da sottolineare in particolare l’impulso dato alle attività di formazione con oltre 21 mila ore erogate, il 63% in più dell’anno precedente, declinate su più temi formativi (formazione manageriale, divulgazione della mappa strategica, workshops info-formativi). Una menzione specifica meritano i programmi di ‘Self Leadership’ dedicate alle donne in posizione manageriale. Nell’anno sono state inoltre promosse numerose iniziative destinate alla popolazione aziendale come occasione di crescita e di coinvolgimento delle famiglie (Bimbi in ufficio, Talent Day, BG Open dedicato alle proposte di tutti i dipendenti). Come già negli anni precedenti, l’impegno per il sociale si è manifestato attraverso il sostegno a numerose iniziative nel volontario e nell’attività sportiva dedicate ai più giovani e ai più deboli. A questi si aggiungono poi molti progetti di carattere culturale. Nell’anno inoltre Banca Generali ha aderito a The Human Safety Net, il grande progetto del Gruppo Generali a favore della comunità che punta ad aiutare persone svantaggiate e trasformare in meglio le loro vite. Nello specifico Banca Generali ha scelto di concentrarsi sull’attività di supporto alla famiglie attraverso il sostegno a specifiche onlus impegnate nel recupero di realtà disagiate.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Banca Generali in “rosa”, entra top banker di Exane

Banca Generali: il retail sugli illiquidi non è un tabù

Banca Generali, arriva la top banker dei club deal

Banca Generali, masse record e l’utile batte le stime

Banca Generali, il futuro è oggi

Rebecchi, Mossa, Foti: il trio meraviglia della procapite

Reti, sforbiciata agli organici

Raccolta 2018: Fideuram cannibale. Mediolanum magica a dicembre

Azimut al top di Piazza Affari. DB promuove le reti

Banca Generali: 3 fasi per la trasformazione digitale

Banca Generali: la ricetta di Mossa per un ponte imprese-investitori

Consulenti, ecco gli incentivi delle reti

Banca Generali, acquisizioni azzeccate

Mifid 2, Mossa di Banca Generali lancia l’allarme

Banca Generali, scatto finale della raccolta

Banca Generali, raccolta a prova di volatilità

Hana to Yama, Banca Generali sposa l’arte a Milano

Banca Generali: rotta verso gli 80 miliardi

La fee diventa più magra

Le Traiettorie Liquide di Banca Generali

La volatilità non ferma Banca Generali

Banca Generali vince l’oro per la soddisfazione dei clienti

Reti, raccolta in calo ma i titoli restano un affare

Banca Generali vince, Banca Mediolanum prima in gestito

Banca Generali prende Nextam Partners

Banca Generali tra le Italian Champions di Equita

Reti ad alto rendimento su Piazza Affari

Le ricette di innovazione di Banca Generali

Il “buy” del consulente – 11/10/18, da Esprinet a Generali

Banca Generali e Candy Crush per le ricette di innovazione

Banca Generali batte la volatilità

Reclutamento, Azimut e Banca Generali al comando

I campioni dei dividendi delle reti

Ti può anche interessare

Moody’s, l’Italia perde la stima 

L'agenzia di rating americana taglia la crescita del pil allo 0,5% e prevede un deficit al 2,5% ...

Gam, un terzo delle masse in più

Cresce del 31% il patrimonio in gestione ...

Oro, c’è da scommetterci: lo dice Schroders

Le aspettative dei tassi e del dollaro Usa rappresentano un catalizzatore per i metalli preziosi. Su ...