Nel “cassetto digitale” arriva anche la visura in inglese

A
A
A
Chiara Merico di Chiara Merico 29 Marzo 2018 | 16:01
Già 36mila i imprenditori che hanno colto l’opportunità e “aperto” il cassetto digitale della propria azienda dalla piattaforma impresa.italia.it, scaricando gratuitamente oltre 75mila atti tra visure (ora anche già tradotte in inglese) e bilanci.

UNA CHANCE PER LE IMPRESE – Sono 36mila gli imprenditori che hanno colto l’opportunità e “aperto” il cassetto digitale della propria azienda dalla piattaforma impresa.italia.it, scaricando gratuitamente oltre 75mila atti tra visure (ora anche già tradotte in inglese) e bilanci. Realizzato da InfoCamere per conto delle Camere di Commercio, il “cassetto digitale” mette a disposizione dei 10 milioni di cittadini-imprenditori italiani (senza oneri) le informazioni ufficiali sulla propria azienda contenute nel Registro delle Imprese, in modo facile, sicuro e veloce. Anche da smartphone e tablet.

MOBILE FIRST – Progettata secondo la logica ‘mobile first’ – in linea con i paradigmi di design promossi dal Team Digitale e da AgID – la nuova piattaforma è nativamente integrata con SPID, il Sistema Pubblico di identità digitale, e la Carta Nazionale dei Servizi (CNS), attualmente in uso da oltre 1.5 milioni di imprenditori. Il servizio si configura come un vero e proprio ‘cassetto digitale’ in cui l’imprenditore ha sempre a portata di mano l’identikit digitale della propria impresa, da condividere in modo semplice e intuitivo con partner, clienti, fornitori ma anche da inviare ad altre pubbliche amministrazioni per adempimenti o per partecipare a gare o bandi (anche internazionali, visto che tra i documenti disponibili c’è la visura dell’impresa già tradotta in inglese). Il cassetto digitale dell’imprenditore è una di quelle piccole rivoluzioni che hanno la capacità di ricostruire la fiducia verso la pubblica amministrazione, avvicinando gli imprenditori alla cittadinanza digitale e spingendoli ad utilizzare strumenti e tecnologie che possono renderli più competitivi.

Cosa c’è oggi nel cassetto:

  • Le visure – anche già tradotte in inglese – relative a tutte i 6 milioni di imprese italiane.
  • 900.000 bilanci annuali depositati dalle società di capitale.
  • Circa 400.000 pratiche SUAP (Sportello Unico per le Attività Produttive)  inviate telematicamente nel solo 2017 per il tramite del sistema nazionale reso disponibile da InfoCamere e dal Sistema Camerale in oltre 3600 Comuni.

 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Consulenti, tutta l’impresa in un click

NEWSLETTER
Iscriviti
X