Mercati, il grande singhiozzo

A
A
A

Da inizio anno i mercati si sono mossi a singhiozzo: prima hanno avuto un Gennaio estremamente positivo, poi un’improvvisa e violenta correzione ad inizio Febbraio, seguita da un recupero parziale nel mese di marzo

Avatar di Redazione10 aprile 2018 | 09:12

La volatilità era largamente attesa, ma il recupero visto non è stato convincente. L’Obbligazionario ha oscillato con rendimenti in salita da inizio anno e poi in Febbraio non ha dato particolari segni di vitalità, con rendimenti rientrati in modo ancora marginale, specialmente negli US, e Spreads di Credito che invece hanno continuato ad ampliarsi, sia pure in modo moderato, soprattutto sui comparti a maggior rischio di credito.

Neppure il recupero dei mercati azionari è stato brillante. Persino per il mercato Azionario USA, sebbene sia l’unico ad avere recuperato quasi integralmente i massimi dell’anno, anche se grazie alla sola Tecnologia, non mostra una price action convincente, nonostante attese di crescita ancora a doppia cifra per gli EPS anche per il 2018.  Mentre altri mercati azionari, segnatamente l’Area Euro, il Giappone e anche gli Emergenti – nonostante fondamentali che dovrebbero essere i migliori e le valutazioni più a sconto – stanno faticando enormemente a recuperare.

La lettura è che lo shock di Febbraio sia stato giudicato solo in parte come un incidente di percorso, ingenerato da una situazione tecnica sulla volatilità straordinariamente disequilibrata, e che ci possa essere dell’altro a frenare una nuova fase di espansione dei mercati. Se da un lato il recupero visto dopo l’inizio di febbraio era un atto dovuto, data l’entità dei fondamentali ciclici positivi, dall’altro si tratta di un recupero che ha progressivamente perso smalto e che si sta facendo influenzare sempre di più dai fattori di frenata già descritti . Probabilmente  siamo entrati in una fase di mercato più difficile, caratterizzata da andamenti erratici, laterali e con potenziali vulnerabilità e debolezze. In tale contesto sarebbe  corretto mantenere un approccio cauto, rimanere flessibili e molto più orientati alla diversificazione e alla ricerca dell’Alpha che del Beta; magari mantenendo un profilo di liquidità più elevato ed evitando di rincorrere i mercati, azionari e obbligazionari, poiché presto potrebbero presentarsi migliori occasioni d’investimento. L’Obbligazionario potrebbe ontinuare a soffrire la pressione del rialzo dei rendimenti originata dal progressivo tightening della FED negli USA. L’Azionario invece i timori di una flessione ciclica legata alla Politica USA. Per entrambe le Asset Class potremmo entrare presto in una nuova fase di compressione delle valutazioni che si dovrebbe accompagnare ad un nuovo aumento della volatilità e soprattutto ad un repricing positivo nel valore del Dollaro,azione della FED,  e dell’Oro, aumento del rischio geopolitico.

Contributo a cura di Consultinvest


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Rendiconti Mifid 2: Consultinvest minimal

Reti Champions League: Molesini, giornata da bomber

Reti Champions Leaugue: Foti-Rebecchi, duello per la vetta

Reti Champions League: Mossa supremacy

Dossier reclutamento: Consultinvest

Consultinvest: Anselmi al timone dell’asset management

Consultinvest: timori a stelle e strisce

Fondi comuni, vediamo chi è caro e chi no. Anche tra le reti…

Le donne fantastiche della consulenza

Consultinvest, avventura nel basket per una consulente

Consultinvest e Pir, avviso ai naviganti

Consultinvest, Vaccari per il private

Consultinvest, Loizzi responsabile dello sviluppo

Doppio mandato, radiato un consulente

Procapite, Bnl in fuga, sorpresa Consultinvest

Consob sanziona Consultinvest, il rammarico della società

Ecco i consulenti in gara di Consultinvest

Bluerating Awards 2018, ecco le dodici reti in gara

Onda rosa, Santecchia d.g. di Consultinvest

Consultinvest ancora in rosso

Consultinvest: tensioni commerciali e geopolitiche, il rischio di un rallentamento dell’economia mondiale

Consultinvest: soluzioni efficienti per un approccio multibrand di nuova generazione

Consultinvest: Cina e USA sospendono le ostilità commerciali

Le fake news che inquinano i mercati

Lasciate che i piccoli advisor vengano a me

Una nuova crisi nei Subprime?

Consultinvest sulla strada della Vittoria

Consultinvest: nuovi e vecchi rischi per un 2018 positivo

Consultinvest: gli investimenti socialmente responsabili, moda o cambiamento strutturale?

Consultinvest: crescita italiana bene, ma si deve fare di più e in fretta

Consultinvest: perché preferire un approccio flessibile

Consultinvest: un 2017 con importanti risultati sull’azionario ma con oscillazioni valutarie

Consulenti, radiato un ex Consultinvest e Banca Generali

Ti può anche interessare

Allarme Ocse: l’Italia non cresce e il debito aumenta

L'organizzazione parigina ha ritoccato a 0 la crescita per l'Italia nel 2019, dal -0,2% previsto a m ...

Decreto crescita, è scontro sui rimborsi ai risparmiatori

Ancora turbolenze sulla questione "rimborsi automatici". ...

Manovra, trattativa tutta in salita per l’Italia

Italia ed Europa si avvicinano, ma servono i fatti. Il commissario dell’Unione europea per gli Aff ...