Zurich sempre più smart

A
A
A

Rinnovato l’accordo per lo smart working dei dipendenti

Avatar di Redazione11 aprile 2018 | 16:00

Lo smartworking sta pian piano entrando a far parte anche del mondo del lavoro italiano. A due anni e mezzo dall’introduzione e con oltre l’85% di adesioni in tutte le Direzioni e sedi Zurich in Italia (circa 1.000 dipendenti sui 1.200 in Italia), Zurich ha firmato il nuovo accordo sindacale con un’importante novità per le proprie collaboratrici: le future mamme e le neo mamme avranno infatti la possibilità, su base volontaria, di lavorare fino a 3 giorni a settimana in modalità smart working fino al compimento del primo anno di età del bambino.

Questa innovazione permette alle donne di Zurich (ferme restando tutte le normative relative alla maternità) di conciliare al meglio la vita di neo mamma con il lavoro e di mantenere e proseguire il proprio percorso di crescita professionale. Conferma, inoltre, l’impegno di Zurich nel continuo sviluppo di politiche che garantiscano le pari opportunità a tutti i propri dipendenti.

Zurich è stata una delle prime aziende in Italia ad aver introdotto lo smart working con un progetto pilota del 2015 su un’intera direzione aziendale, esteso poi a tutta la popolazione aziendale nel giugno 2016, in anticipo rispetto alla Legge 81 del giugno 2017, oggi testo di riferimento per il lavoro agile.

Federica Troya, Responsabile Human Resources and Services Zurich in Italia, dichiara: “Siamo molto soddisfatti di aver rinnovato l’accordo sullo smart working, chiaro segno del successo di questa modalità di lavoro per tutti i nostri dipendenti, che sempre di più vi aderiscono in modo volontario. Da sempre Zurich è attenta alle proprie persone e cerca di sviluppare strumenti innovativi che migliorino la qualità della vita, personale e lavorativa di ciascuno. Quest’anno, inoltre, abbiamo inserito una novità per le future mamme e le neomamme, la possibilità di lavorare fino a tre giorni a settimana in smart working, proprio per riuscire a coniugare ancora meglio vita familiare e impegni professionali.”


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Polizze, scoppia la pet mania

Consulenza e polizze, attenzione ai costi

Risparmio, un quinto della ricchezza è delle assicurazioni

Polizze false, sventata maxi truffa sul web

Generali, l’utile decolla

Helvetia: nel 2018 cresce in barba alla tempesta

Ecco le polizze dal rendimento super

Generali Italia: più rete, più produttiva

Assicurazioni: lo scudo antispread va cambiato

Assicurazioni, le italiane promosse agli stress test

Generali: borsa in stand by, ma analisti fiduciosi sul piano

Caltagirone e Del Vecchio, altri piccoli bocconi di Generali

Manovra, la pressione fiscale non scende

Polizze, ora gli aumenti possono arrivare al 40%

Manovra, stangata su banche e assicurazioni

Generali lungo il canale

Prodotti assicurativi, la distribuzione ai raggi X

Compagnie assicurative nel mirino del private equity

Generali cambia vestito al gestito

Unit e index sono polizze. Così parlarono Ania e Aiba

Unipol, semestre solido

Un viaggio sicuro con Allianz GA

L’unico frutto della polizza…è la banana (gonfiabile)

Digitali e assicurati

Axa Italia, assistenza ad alta tecnologia

Polizze Vita, così cambieranno le regole

Polizze vita, bomba della Cassazione

Zurich si mette in Moto

La blockchain nel futuro delle assicurazioni

Tutelarsi dopo il mutuo, ecco la polizza

Ubi Banca, un occhio al private, l’altro al retail

Una polizza col sorriso per Deutsche Bank

Generali, utile sopra i 2 miliardi

Ti può anche interessare

Le mani di Hong Kong sulla Borsa di Londra

La Borsa di Hong Kong lancia un’offerta di acquisto per il London Stock Exchange, la Borsa di ...

Flat tax, il governo vuole un’aliquota Irpef del 15% sulle famiglie

Lo ha dichiarato il sottosegretario leghista Armando Siri: allo studio anche un taglio dell'Ires dal ...

Fisco, l’esercito di chi non paga l’Irpef

In Italia ci sono circa 13 milioni di persone che non hanno dovuto pagare l’Irpef. Di questi, olt ...