Bnl, the brand must go on

A
A
A
di Matteo Chiamenti 3 Maggio 2018 | 16:00
Bnl Gruppo BNP Paribas e Plural presentano un nuovo evento dedicato alla comunicazione

Conquistare l’attenzione del pubblico con la propria comunicazione non è certo facile, ma si può imparare. Basta avere un po’ di buona volontà. Un primio passo potrebbe essere quello di partecipare a The Brand Must Go On, l’evento che parla di entertainment strategy attraverso gli occhi delle aziende, con l’obiettivo di analizzare l’attuale scenario e fornire alcuni spunti di riflessione. Il progetto co-ideato da BNL  Gruppo BNP Paribas e Plural, vivrà il suo inizio il prossimo 8 maggio con una giornata di incontri e speech tra i protagonisti nel campo dei brand, degli universi narrativi e dei media, con più di 12 speaker d’eccellenza che contamineranno il pubblico presente a dar vita ad una community di esperti finalizzata alla diffusione delle migliori case history nel campo della conversation strategy, del branded content e dell’entertainment.

Il valore e la reputazione del brand  rappresentano da sempre gli asset fondamentali di un’azienda. A mutare sono gli scenari di comunicazione dettati dall’evoluzione tecnologica e da consumatori sempre più esigenti, che considerano  gli strumenti di comunicazione pubblicitaria tradizionali intrusivi e invadenti, e sempre meno efficaci in termini di audience. Si cambia quindi canale, si usano i telefonini o si scelgono servizi a pagamento che consentono di vedere i contenuti desiderati senza essere continuamente interrotti dagli spot.

A fronte di una crescente frammentazione dell’attenzione dell’utente che percepisce ormai i brand come entità con una loro identità, la domanda è “What’s your entertainment strategy?”. Come instaurare un dialogo attraverso contenuti rilevanti? Come riuscire a ingaggiare, stimolare ed intrattenere l’attenzione del pubblico? Branded entertainment, entertainment strategy, conversation, bingewatching, influencers, internet tv, stories, app: come sta cambiando il rapporto fra le aziende e i potenziali clienti?

“Non è solo un problema di frammentazione dell’attenzione, ma anche di comprendere che oggi i nuovi, forti e rilevanti competitor dei nostri progetti di communication marketing sono le serie televisive, i molti eventi sportivi e musicali, la proliferazione di contenuti “verticali” legati alle passioni e i contenuti di qualità prodotti dagli stessi utenti sui social media. In questo scenario, oltre a diventare editori, i brand devono costruire ecosistemi di comunicazione per una comunicazione always-on ed essere capaci di generare conversazioni utili e rilevanti nel quotidiano delle persone, clienti e dipendenti, che entrano in contatto con noi” – afferma Luigi Maccallini , Responsabile Comunicazione Retail di BNL – Gruppo BNP Paribas.

 

Dal cambiamento nella relazione tra consumatore e brand nasce l’esigenza, per le aziende, di applicare strategie in grado di promuovere i valori del brand in una logica attrattiva (pull). E’ necessario costruire un dialogo attraverso attività e progetti a medio-lungo termine che siano funzionali alla creazione di un rapporto peer-to-peer e stimolare conversazioni reali con il proprio pubblico di riferimento.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Consulenti, ecco chi sono i talenti più promettenti delle reti

Bnl Bnp Paribas LB, 11 miliardi di motivi per essere orgogliosi

Bnl Bnp Paribas LB, 22 nuovi life banker al debutto

NEWSLETTER
Iscriviti
X