Bnl, the brand must go on

A
A
A

Bnl Gruppo BNP Paribas e Plural presentano un nuovo evento dedicato alla comunicazione

Matteo Chiamenti di Matteo Chiamenti3 maggio 2018 | 16:00

Conquistare l’attenzione del pubblico con la propria comunicazione non è certo facile, ma si può imparare. Basta avere un po’ di buona volontà. Un primio passo potrebbe essere quello di partecipare a The Brand Must Go On, l’evento che parla di entertainment strategy attraverso gli occhi delle aziende, con l’obiettivo di analizzare l’attuale scenario e fornire alcuni spunti di riflessione. Il progetto co-ideato da BNL  Gruppo BNP Paribas e Plural, vivrà il suo inizio il prossimo 8 maggio con una giornata di incontri e speech tra i protagonisti nel campo dei brand, degli universi narrativi e dei media, con più di 12 speaker d’eccellenza che contamineranno il pubblico presente a dar vita ad una community di esperti finalizzata alla diffusione delle migliori case history nel campo della conversation strategy, del branded content e dell’entertainment.

Il valore e la reputazione del brand  rappresentano da sempre gli asset fondamentali di un’azienda. A mutare sono gli scenari di comunicazione dettati dall’evoluzione tecnologica e da consumatori sempre più esigenti, che considerano  gli strumenti di comunicazione pubblicitaria tradizionali intrusivi e invadenti, e sempre meno efficaci in termini di audience. Si cambia quindi canale, si usano i telefonini o si scelgono servizi a pagamento che consentono di vedere i contenuti desiderati senza essere continuamente interrotti dagli spot.

A fronte di una crescente frammentazione dell’attenzione dell’utente che percepisce ormai i brand come entità con una loro identità, la domanda è “What’s your entertainment strategy?”. Come instaurare un dialogo attraverso contenuti rilevanti? Come riuscire a ingaggiare, stimolare ed intrattenere l’attenzione del pubblico? Branded entertainment, entertainment strategy, conversation, bingewatching, influencers, internet tv, stories, app: come sta cambiando il rapporto fra le aziende e i potenziali clienti?

“Non è solo un problema di frammentazione dell’attenzione, ma anche di comprendere che oggi i nuovi, forti e rilevanti competitor dei nostri progetti di communication marketing sono le serie televisive, i molti eventi sportivi e musicali, la proliferazione di contenuti “verticali” legati alle passioni e i contenuti di qualità prodotti dagli stessi utenti sui social media. In questo scenario, oltre a diventare editori, i brand devono costruire ecosistemi di comunicazione per una comunicazione always-on ed essere capaci di generare conversazioni utili e rilevanti nel quotidiano delle persone, clienti e dipendenti, che entrano in contatto con noi” – afferma Luigi Maccallini , Responsabile Comunicazione Retail di BNL – Gruppo BNP Paribas.

 

Dal cambiamento nella relazione tra consumatore e brand nasce l’esigenza, per le aziende, di applicare strategie in grado di promuovere i valori del brand in una logica attrattiva (pull). E’ necessario costruire un dialogo attraverso attività e progetti a medio-lungo termine che siano funzionali alla creazione di un rapporto peer-to-peer e stimolare conversazioni reali con il proprio pubblico di riferimento.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Quando la consulenza è una questione morale

Dossier reclutamento: Allianz Bank FA

Mediolanum, consulenza caput mundi

Un tesoro chiamato IWBank

Oggi su BLUERATING NEWS: colpaccio Mediobanca, Fineco ottimista

Foti ai consulenti Fineco: non temete, nel 2019 guadagnerete di più

Banche Ue, le nuove norme affossano le pmi

Truffa diamanti, arriva il presidio davanti a Banco Bpm

Widiba, cresce la presenza nel Sud Italia

Widiba: la nuova ricetta della consulenza

Oggi su BLUERATING NEWS: rivoluzione BlackRock, allarmi incrociati

Scm Sim, la perdita triplica

Intesa Sanpaolo, le fondazioni calano gli assi

Consulenza, due contratti che sono due incubi

BlackRock-Varde, braccio di ferro per Carige

Unicredit, Allianz bussa alla porta

Intesa, pronta la lista per il cda

Sentenza Tercas-Popolare Bari: ora un cambio di rotta

Banche in crisi, UE con le spalle al muro

Credem al lavoro per l’innovazione aziendale

Fineco può crescere ancora

IWBank, tre gol per vincere il derby

Bancoposta? E’ il prodotto dell’anno

Bancari, nel nuovo contratto c’è lo stop alle pressioni commerciali

Mediolanum, cosa significa essere Wealth Advisor

Contratti bancari: più soldi, meno reperibilita’

UniCredit, così è cambiata (e cambierà) la rete

Consulenza e pricing, tariffe tutte da rifare

Banca Generali, la raccolta non molla mai

Banche, la rivoluzione è iniziata

Banca Ifis, Bossi si prepara all’addio

Banche e manager: rosa is not the new black

BlueAcademy: dalle basi dell’analisi grafica all’analisi algoritmica

Ti può anche interessare

Fmi in versione Cassandra su banche e Italia

Il rischio è quello di riaccendere il legame fra banche e debito sovrano e le tensioni sul mercato ...

CheBanca! CheReclutamenti!

Nei primi due mesi dell'anno sono arrivati oltre 30 professionisti. La rete guidata da Duccio Marcon ...

La blockchain entra in banca con we.trade

La compagnia europea we.trade ha fatto sapere di aver completato le prime transazioni dal vivo sull ...