Bnl, the brand must go on

A
A
A

Bnl Gruppo BNP Paribas e Plural presentano un nuovo evento dedicato alla comunicazione

Matteo Chiamenti di Matteo Chiamenti3 maggio 2018 | 16:00

Conquistare l’attenzione del pubblico con la propria comunicazione non è certo facile, ma si può imparare. Basta avere un po’ di buona volontà. Un primio passo potrebbe essere quello di partecipare a The Brand Must Go On, l’evento che parla di entertainment strategy attraverso gli occhi delle aziende, con l’obiettivo di analizzare l’attuale scenario e fornire alcuni spunti di riflessione. Il progetto co-ideato da BNL  Gruppo BNP Paribas e Plural, vivrà il suo inizio il prossimo 8 maggio con una giornata di incontri e speech tra i protagonisti nel campo dei brand, degli universi narrativi e dei media, con più di 12 speaker d’eccellenza che contamineranno il pubblico presente a dar vita ad una community di esperti finalizzata alla diffusione delle migliori case history nel campo della conversation strategy, del branded content e dell’entertainment.

Il valore e la reputazione del brand  rappresentano da sempre gli asset fondamentali di un’azienda. A mutare sono gli scenari di comunicazione dettati dall’evoluzione tecnologica e da consumatori sempre più esigenti, che considerano  gli strumenti di comunicazione pubblicitaria tradizionali intrusivi e invadenti, e sempre meno efficaci in termini di audience. Si cambia quindi canale, si usano i telefonini o si scelgono servizi a pagamento che consentono di vedere i contenuti desiderati senza essere continuamente interrotti dagli spot.

A fronte di una crescente frammentazione dell’attenzione dell’utente che percepisce ormai i brand come entità con una loro identità, la domanda è “What’s your entertainment strategy?”. Come instaurare un dialogo attraverso contenuti rilevanti? Come riuscire a ingaggiare, stimolare ed intrattenere l’attenzione del pubblico? Branded entertainment, entertainment strategy, conversation, bingewatching, influencers, internet tv, stories, app: come sta cambiando il rapporto fra le aziende e i potenziali clienti?

“Non è solo un problema di frammentazione dell’attenzione, ma anche di comprendere che oggi i nuovi, forti e rilevanti competitor dei nostri progetti di communication marketing sono le serie televisive, i molti eventi sportivi e musicali, la proliferazione di contenuti “verticali” legati alle passioni e i contenuti di qualità prodotti dagli stessi utenti sui social media. In questo scenario, oltre a diventare editori, i brand devono costruire ecosistemi di comunicazione per una comunicazione always-on ed essere capaci di generare conversazioni utili e rilevanti nel quotidiano delle persone, clienti e dipendenti, che entrano in contatto con noi” – afferma Luigi Maccallini , Responsabile Comunicazione Retail di BNL – Gruppo BNP Paribas.

 

Dal cambiamento nella relazione tra consumatore e brand nasce l’esigenza, per le aziende, di applicare strategie in grado di promuovere i valori del brand in una logica attrattiva (pull). E’ necessario costruire un dialogo attraverso attività e progetti a medio-lungo termine che siano funzionali alla creazione di un rapporto peer-to-peer e stimolare conversazioni reali con il proprio pubblico di riferimento.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Mediolanum: il 2020 inizia col botto, in attesa dei Pir

Truffe bancarie, rimborsi anticipati

La vecchia banca perde valore

Mediolanum: i consigli al cf per spiegare i multipli ai clienti

Banche, ecco le pagelle della Bce

Fineco racconta la sua Mifid 2

Allianz Bank FA, i “top level” di Neuberger per i clienti

Doris e Nagel, sposi perfetti

Banche, il rendimento è sempre più giù

Mediolanum chiude il 2019 in bellezza: super raccolta e bonus per i fb

Reti Champions League: Mossa-Rebecchi, la finale degli invincibili

Banche, Fabi propone patto occupazione

Fineco, 3 scelte di cui essere fieri

Stangata sul Monte Paschi

Banche, una leva da far paura

Banche, gli utili d’oro non fermano i tagli

Banca Generali, nuova offerta Etica per i consulenti

Banche, incubo margini

Mediolanum, gran reclutamento a ottobre

Unicredit, 1 miliardo per la sostenibilità

Banche, il fintech ammazza i ricavi

Widiba, contaminazione salentina

Consulenti, il fascino discreto della filiale

Banche, primi passi verso Basilea 3

Le banche italiane aumentano la liquidità con il tiering della Bce

Banche, 9 miliardi di utili ma meno dipendenti

Allianz Italia, raccolta sugli scudi nel 2019

Mediolanum, Doris promette un utile 2019 da record

Mediolanum, il trimestre regala masse record e dividendo

Rendiconti ex Mifid 2 e trasparenza, Mps in prima linea

Banche, l’Inventive Banking sarà fondamentale

IWBank, settebello nel reclutamento

Doris ha un tesoro di 100 milioni

Ti può anche interessare

Fineco, via D’Onofrio dal cda. Il board nel dopo UniCredit

Nei giorni scorsi si è dimessa la consigliera, che sedeva ai vertici in rappresentanza della ex con ...

Borse in affanno, Trump rompe con la Cina

Trump accusa la Cina di aver rotto gli accordi e minaccia nuove tariffe. Le Borse vanno in apnea ...

I giovani hanno fame di consulenza

L'utilizzo degli strumenti digitali è importante, a patto che vada di pari passo con la consulenza ...