Banco Desio, una semestrale all’insegna della solidità

A
A
A

Buone notizie sul fronte coverage e sulle cessioni di npl

Matteo Chiamenti di Matteo Chiamenti3 agosto 2018 | 08:58

Nella giornata dello scorso 2 agosto 2018, il Consiglio di Amministrazione del Banco di Desio e della Brianza (nella foto il presidente della banca e avvocato Stefano Lado) ha approvato la “Relazione finanziaria semestrale consolidata al 30 giugno 2018. Vediamo insieme i principali dati emersi.

CESSIONE DI NON PERFORMING LOANS per un valore nominale di circa Euro 1,0 miliardi con cartolarizzazione mediante schema GACS esposti tra le Attività in via di dismissione ai sensi dell’IFRS 5 Riduzione “Crediti deteriorati lordi / Impieghi lordi” al 7,4% (ex 15,1% al 31.12.2017) Riduzione “Crediti deteriorati netti / Impieghi netti” al 4,3% (ex 8,4%) Riduzione “Sofferenze lorde / Impieghi lordi” al 3,3% (ex 10,8%) Riduzione “Sofferenze nette / Impieghi netti” all’1,3% (ex 5,0%)

ELEVATI LIVELLI DI COVERAGE sui crediti deteriorati (post-cessione) e sui crediti in bonis 1 Coverage ratio sofferenze al 62,6% e al lordo delle cancellazioni al 67,9% (ex 57,2% e 61,1% al 31.12.2017) Coverage ratio crediti deteriorati al 44,3% e al lordo delle cancellazioni al 48,1% (ex 49,0% e 52,4%) Coverage ratio crediti in bonis allo 0,58% (ex 0,45%)

UTILE NETTO CONSOLIDATO (di pertinenza della Capogruppo) Euro 13,6 milioni (ex Euro 18,2 milioni al 30 giugno 2017), influenzato dall’onere derivante dall’operazione GACS

IMPIEGHI ALLA CLIENTELA ORDINARIA: Euro 9,5 miliardi (-4,1% rispetto allo stock in essere a fine esercizio precedente) prevalentemente per effetto della riclassifica nelle Attività non correnti e gruppi di attività in via di dismissione dei crediti oggetto di cessione (Euro 287,8 milioni) e per l’impatto della First Time Adoption del principio contabile IFRS9 – Strumenti Finanziari (Euro 96,9 milioni)

RACCOLTA COMPLESSIVA DA CLIENTELA: Euro 25,4 miliardi (+1,0%) di cui RACCOLTA DIRETTA Euro 11,2 miliardi (+1,6%), con un rapporto Impieghi da clientela ordinaria/Raccolta diretta al 84,8% (ex 89,8%) e RACCOLTA INDIRETTA Euro 14,2 miliardi (+0,6% rispetto alla fine dell’esercizio precedente)


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Oggi su BLUERATING NEWS: BlueAcademy, la convention di Allianz Bank FA

Superpopolare al bivio della megafusione

Truffa diamanti, le banche si difendono

Banca Sella: quotazione? No grazie

BinckBank sfoggia un super utile operativo

Foti (Fineco): tre pilastri per vincere la battaglia sui margini

Fideuram Ispb: raccolta sì, utile nì

Mps, Morelli apre ad una alleanza

Banque Syz, Eric passa il testimone di ceo

Certifica, Bnp Paribas: mini future per tutti i gusti

Fineco, top entry in riva al lago

Cara rete, pensavi solo ai soldi?

Deutsche Bank FA, trittico d’autore

Oggi su BLUERATING NEWS: Masse boom per Banca Generali, la consulenza conquista l’impresa

Allianz Bank, gestito e vita per un 2018 da ricordare

Banca Generali, masse record e l’utile batte le stime

Mediolanum, la consulenza non s’inventa

Unicredit chiude in bellezza il 2018

Deutsche Bank PB, ingresso d’esperienza nel private bresciano

Intesa e Unicredit alla prova dei numeri 2018

Mediolanum, il tech dal volto umano

Oggi su BLUERATING NEWS: la private bank svizzera di Intesa, l’utile di Deutsche Bank

Poste Italiane, l’app Bancoposta controlla le tue spese

IWBank PI, scene da una convention

Intesa SP, nasce la private bank svizzera

Bnl Bnp Paribas LB: Rebecchi schiera l’11 post convention

La favola dell’Uomo Ragno bancario

Banca Mediolanum: il risk management diventa futuristico

Oggi su BLUERATING NEWS: i campioni 2018 di Assoreti, la fusione Unicredit-SocGen

Ubi Banca: ecco il calendario degli eventi societari

Consultinvest e Pir, avviso ai naviganti

Bnl Bnp Paribas LB: il consulente diventa patrimoniale

Consulenti: i nuovi orizzonti del business

Ti può anche interessare

L’efficienza dell’affitto

Basta con le case di proprietà e avanti con l’affitto ...

Mifid 2, sos tecnologia

Come la tecnologia può aiutare gli intemediari a implementare Mifid 2? ...

Governo, quota 100 e’ una mazzata per le pmi

Cattive notizie per imprese perché Quota 100 potrebbe costare quest'anno un miliardo in più per le ...