Consulente, l’autorevolezza passa dall’abito giusto

A
A
A
Avatar di Redazione 30 Ottobre 2018 | 09:31
Piacere al cliente è un obiettivo che passa anche dal look

Hai 7 secondi. Per essere giudicato da chi hai di fronte.

Pensa a cosa potresti fare in questo minimo lasso di tempo per fare una buona impressione, ottenere rispetto ed essere ritenuto autorevole.

Ben poco, vero?

La soluzione è letteralmente davanti ai tuoi occhi: scegli l’abito giusto.

Negli ultimi decenni, influenzati anche da contesti di lavoro più informali, si sono persi molti riferimenti alle regole non scritte dell’abbigliamento. Il risultato è un diffuso smarrimento di canoni estetici di riferimento.

Starai pensando che ognuno ha i suoi gusti in fatto di stile e che, finalmente, siamo liberi dai vincoli del dress code. Ma questo è quello che vogliono farti credere.

L’abbigliamento ha un fortissimo valore comunicativo.

Leonard Bickman, psicologo citato ne Le armi della persuasione di Robert B.Cialdini, nel suo studio sul potere sociale delle uniformi, ha dimostrato che siamo portati a eseguire le richieste che ci vengono fatte da persone vestite come figure d’autorità.

E lo stesso meccanismo può essere traslato nel contesto lavorativo.

L’abito definisce il leader.

Un completo su misura sartoriale conferisce autorevolezza e, nella mente di chi ci vede per la prima volta, attiva una risposta automatica di approvazione.

La differenza tra un abito qualsiasi e l’abito su misura per te può essere notevole. Ed aumenta ancora di più quando alcune caratteristiche fisiche sono vincolanti, come la statura, il peso o la postura.

Quindi non è sufficiente indossare un completo o, per le signore, un tailleur, se si vuole dare la migliore impressione di sé e del proprio ruolo. Gli aspetti fondamentali a cui prestare attenzione sono:

  • la vestibilità
  • il tessuto
  • i dettagli

Forse non te ne sarai accorto a livello razionale, ma non hai fatto caso a quanto sia esteticamente brutto il collo della giacca quando non appoggia sul colletto della camicia? Oppure quando non spuntano un paio di centimetri del polsino dalla manica del blazer? O ancora un rever troppo stretto, una camicia che tira sul petto, l’orlo all’altezza sbagliata?

Tutto questo è la vestibilità di un completo, che solo su misura può essere impeccabile.

Anche il tessuto e il colore giocano un ruolo fondamentale nella definizione dell’abito perfetto. Regola generale per aumentare l’autorevolezza generata da ciò che si indossa è quella di scegliere colori sobri e materiali di massima qualità.

Con l’eccezione per alcuni rari contesti di lavoro, essere eccentrici, infatti, non significa affatto avere stile.

Basti pensare all’icona della sprezzatura nel panorama industriale italiano degli ultimi 50 anni: Gianni Agnelli. Per lui, “anticonformismo” era indossare l’orologio sopra il polsino, per non rovinare la sua camicia su misura troppo velocemente.

Articolo a cura di Gabriella Maria Teresa Bellomo, tratto dal sito benesserepatrimoniale.it.

 

 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Copernico Sim, un decano della consulenza per la squadra del Lazio

Consulenza e risparmio gestito, bisogna riparare il danno

Consulente, un lavoro da consigliare al proprio figlio

Consulenza, i commercialisti sono pronti in pista

Banca Generali, medaglia d’oro come miglior rete di consulenti

Consulenza da padre a figlio, un passaggio complicato

Elio Conti Nibali e quei ricordi dell’ufficio

Consulenza finanziaria, sostenibilità solo di facciata

Consulenza e coronavirus, un sondaggio svela come ci stiamo comportando

Consulenza e trasparenza dei costi, le osservazioni di Federpromm

Il Paese dove il consulente è nudo

Banca Generali, il migliore anno di sempre

Consulenti, Mifid 3 sarà solo una toppa

Consulenza, come sarà il wealt management nel 2025

Poste Italiane, consulenza ad ampio raggio

Consulenza e certificati al FeeOnly di Verona

Credem, destinazione innovazione

Consulenza e illiquidi, tra rivoluzione e rischi

Consulenza, l’industria tiene ma senza più i fasti

Il contributo della consulenza all’educazione finanziaria degli investitori

Consulenza fiscale, Mediolanum spiega gli Indici Sintetici di Affidabilità

Private banking in Italia, ecco quanto vale e chi comanda

Le truffe dei consulenti, viste dal fee only

Consulenza e trasparenza costi: per ora è un mezzo flop

Consulenza, l’esercito dei potenziali clienti esclusi

Rendiconti Mifid 2, è il turno di IWBank

Credem: Euromobiliare Advisory Sim rinnova gli investimenti

Allianz Bank FA, quando Mifid 2 fa rima con crescita

Consulenza d’estate, manuale di sopravvivenza

IWBank, give me five

I giovani hanno fame di consulenza

La consulenza è un gioco di squadra

Nuovi Pir, Doris boccia il governo

NEWSLETTER
Iscriviti
X