Patrimoniale? Un “suicidio” per Tria

A
A
A
Chiara Merico di Chiara Merico 9 Novembre 2018 | 12:43
Il ministro dell’Economia ha parlato nel corso di un’audizione davanti alle commissioni Bilancio di Camera e Senato sulla manovra.

“E’ ovvio che non si farà alcuna patrimoniale sarebbe un’operazione suicida”. Lo ha fatto sapere il ministro dell’Economia, Giovanni Tria, nel corso di un’audizione davanti alle commissioni Bilancio di Camera e Senato sulla manovra. “Se polemica c’è, è una polemica prettamente tecnica, non politica, e non mette in discussione il dialogo con la Commissione europea” ha poi aggiunto il ministro, secondo cui “è inutile alzare i toni. Mi sono limitato a difendere il valore tecnico delle stime delle strutture del Mef. Quando si è parlato delle stime sbagliate dell’Ue – ha aggiunto il ministro– questo non riguardava tasso di crescita. Ritengo che i chiarimenti forniti dai nostri strumenti tecnici sui dati effettivi non possano essere ignorati o non presi in considerazione. Non c’entra niente il commissario Moscovici – ha concluso Tria – perché in Ue come in Italia le stime sono fatte da organismi tecnici indipendenti dall’intervento politico”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Tria-Ue, taglio da 8 miliardi per evitare la procedura

G20: preoccupazioni per la guerra dei dazi

Flat tax, il via libera di Tria

NEWSLETTER
Iscriviti
X