Auto, in Europa calano ancora le immatricolazioni. Indice settoriale al test di un importante livello tecnico

A
A
A
Avatar di Gianluigi Raimondi 15 Novembre 2018 | 10:49
L’indice Euro Stoxx Automobiles & Parts, benchmark di riferimento per i titoli azionari del settore automotive europei, sta al momento testando in arrea 460/461 punti un importante supporto dinamico ascendent

Articolo a cura di Finanza Operativa

Prosegue in Europa la flessione delle vendite di autovetture nuove. Dopo il brusco crollo del mese di settembre (-23,4%), infatti, anche ottobre ha fatto registrare una performance negativa. Secondo i dati diffusi oggi dall’Acea, l’Associazione dei Costruttori Europei, le vendite di autovetture nuove nell’Europa dei 28+Efta sono state 1.118.859, in calo del 7,4% rispetto a quanto archiviato l’anno scorso (1.207.772 unità). Resiste però ancora in positivo il cumulato del periodo gennaio-ottobre con 13.424.360 immatricolazioni e segna un +1,4% nel confronto con i 13.232.496 veicoli venduti nello stesso periodo del 2017. Nel dettaglio, in Germania le immatricolazioni a otobre sono scese del 7,4%, così come in Italia, in UK del 2,9%, in Francia dell’1,5%, in Spagna del 6,6%.

Gli investitori, almeno in Borsa, non devono però disperare: l’indice Euro Stoxx Automobiles & Partsbenchmark di riferimento per i titoli azionari del settore automotive europei, sta al momento testando in arrea 460/461 punti un importante supporto dinamico ascendente dal quale potrebbe nelle prossime sedute beneficiare di un rimbalzo tecnico dopo aver sostanzialmente già scontato la news negativa di oggi. A patto ovviamente che anche i panieri generali riprendano quota.

In ottica di breve termine i prossimi target sono individuabili a 495 punti prima e in zona 520 poi.  Stop loss da posizionare a quota 460, livello al di sotto del quale si profilerebbe una correzione.

A Piazza Affari su questo paniere è disponibile il seguente EtfLyxor Stx Eu600 Auto&Part Ucits Etf Acc (Isin FR0010344630, Ter 0,30%).

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Auto, ecco come crescerà la domanda mondiale

Frena il settore auto soffre. Ma la ripresa sarà pronta

Il settore auto accelera. I target e gli Etf sull’EuroStoxx settoriale

NEWSLETTER
Iscriviti
X