Adesso e’ ufficiale: procedura d’infrazione per l’Italia

A
A
A
Avatar di Gianluigi Raimondi21 novembre 2018 | 12:28

Ora è ufficiale: la legge di Bilancio italiana è stata bocciata dalla Commissione europea che ha definitivamente rigettato il documento programmatico del governo italiano per l’anno prossimo. Non solo: Bruxelles ha anche adottato il rapporto sul debito, aprendo così la via a una procedura per deficit eccessivo, dovuta alla mancata riduzione del rapporto tra debito e Pil.

In questo scenario lo spread tra Btp e Bund decennali si è ora stabilizzato in area 320 mentre a Piazza Affari il Fib, il future sull’indice Ftse Mib con scadenza dicembre, si sta avvicinando al test del supporto statico di breve termine posto a quota 18.360, livello che sarà violato spingerà i corsi a segnare nuovi minimi da inizio anno. In quest’ottica i prossimi target sono individuabili in area 18.000/17.750 punti.

Sempre sul listino milanese, l’indice settoriale FTSE Italia Banche resta però per ora in territorio positivo, benchè con un risicato +0,8%. Mentre sul fronte valutario, l’europerde terreno nel cambio contro dollaro, al momento poco al di sotto della soglia tecnica posta a quota 1,14.


Non è possibile commentare.

Ti può anche interessare

Brexit, la May si salva

La Camera dei Comuni ha respinto la mozione di sfiducia con 325 voti contro 306. May ha ora tre gior ...

Anche Bluerating è a Cernobbio

L'apertura del Forum si concentrerà sulle “sfide globali del futuro e gli impatti sull’economia ...

La paura dello spread spiegata in un’immagine

Cos'è e perché fa paura se sale. Tutto racchiuso in una grafica ...