Mediolanum, Doris passa il testimone ai figli

A
A
A
di Matteo Chiamenti 22 Novembre 2018 | 09:28
Riallocati ai figli Massimo e Annalisa, a titolo gratuito, i diritti di voto su 9.073.120 azioni di Finprog

Importante notizia rilanciata ieri dall’agenzia Reuters che riguarda la governance di Banca Mediolanum. I diritti di voto della holding della famiglia Doris, Finprog Italia, nella banca sono scesi al 20,1357% del capitale da circa il 26% a seguito di una modifica delle convenzioni di voto sulle azioni detenute dai membri della famiglia stessa, nel quadro della pianificazione del passaggio generazionale.

A comunicarlo è stata una nota, aggiungendo che con la modifica si è reso necessario integrare il numero di azioni di competenza della famiglia Doris da vincolare al patto di sindacato con Fininvest, attualmente non operativo in attesa di una pronuncia della Corte Europea di Giustizia.

In particolare sono stati riallocati ai figli Massimo e Annalisa, a titolo gratuito, i diritti di voto su 9.073.120 azioni di Finprog sinora in capo ai genitori e sono stati riallocati i diritti di voto spettanti su 46.260.000 azioni della banca in favore di Ennio Doris e della moglie Lina Tombolato.

 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti