Mediolanum, Doris passa il testimone ai figli

A
A
A

Riallocati ai figli Massimo e Annalisa, a titolo gratuito, i diritti di voto su 9.073.120 azioni di Finprog

Matteo Chiamenti di Matteo Chiamenti22 novembre 2018 | 09:28

Importante notizia rilanciata ieri dall’agenzia Reuters che riguarda la governance di Banca Mediolanum. I diritti di voto della holding della famiglia Doris, Finprog Italia, nella banca sono scesi al 20,1357% del capitale da circa il 26% a seguito di una modifica delle convenzioni di voto sulle azioni detenute dai membri della famiglia stessa, nel quadro della pianificazione del passaggio generazionale.

A comunicarlo è stata una nota, aggiungendo che con la modifica si è reso necessario integrare il numero di azioni di competenza della famiglia Doris da vincolare al patto di sindacato con Fininvest, attualmente non operativo in attesa di una pronuncia della Corte Europea di Giustizia.

In particolare sono stati riallocati ai figli Massimo e Annalisa, a titolo gratuito, i diritti di voto su 9.073.120 azioni di Finprog sinora in capo ai genitori e sono stati riallocati i diritti di voto spettanti su 46.260.000 azioni della banca in favore di Ennio Doris e della moglie Lina Tombolato.

 


2 commenti

ARTICOLI CORRELATI

Quando la consulenza è una questione morale

Dossier reclutamento: Allianz Bank FA

Mediolanum, consulenza caput mundi

Un tesoro chiamato IWBank

Oggi su BLUERATING NEWS: colpaccio Mediobanca, Fineco ottimista

Foti ai consulenti Fineco: non temete, nel 2019 guadagnerete di più

Banche Ue, le nuove norme affossano le pmi

Truffa diamanti, arriva il presidio davanti a Banco Bpm

Widiba, cresce la presenza nel Sud Italia

Widiba: la nuova ricetta della consulenza

Oggi su BLUERATING NEWS: rivoluzione BlackRock, allarmi incrociati

Scm Sim, la perdita triplica

Intesa Sanpaolo, le fondazioni calano gli assi

Consulenza, due contratti che sono due incubi

BlackRock-Varde, braccio di ferro per Carige

Unicredit, Allianz bussa alla porta

Intesa, pronta la lista per il cda

Sentenza Tercas-Popolare Bari: ora un cambio di rotta

Banche in crisi, UE con le spalle al muro

Credem al lavoro per l’innovazione aziendale

Fineco può crescere ancora

IWBank, tre gol per vincere il derby

Bancoposta? E’ il prodotto dell’anno

Bancari, nel nuovo contratto c’è lo stop alle pressioni commerciali

Mediolanum, cosa significa essere Wealth Advisor

Contratti bancari: più soldi, meno reperibilita’

UniCredit, così è cambiata (e cambierà) la rete

Consulenza e pricing, tariffe tutte da rifare

Banca Generali, la raccolta non molla mai

Banche, la rivoluzione è iniziata

Banca Ifis, Bossi si prepara all’addio

Banche e manager: rosa is not the new black

BlueAcademy: dalle basi dell’analisi grafica all’analisi algoritmica

Ti può anche interessare

Il grande crollo dei gestori

Si è soliti ritenere che retailers ed automobiles dovranno affrontare i maggiori ostacoli per l’e ...

Manovra, inizia la corsa ai decreti attuativi 

Il governo deve licenziare 161 norme per rendere operativa la legge di bilancio. Entro gennaio quell ...

Bankitalia: meno prestiti e mutui più costosi

A gennaio i tassi d’interesse sui prestiti erogati alle famiglie per acquisti di abitazioni sono p ...