Nsa, ecco l’indice “termometro” per le pmi italiane

A
A
A

Arriva l’indice annuale sullo stato delle PMI, realizzato dall’Ufficio Studi del Gruppo NSA in collaborazione con il Dipartimento di Scienze Aziendali dell’Università di Bologna.

Matteo Chiamenti di Matteo Chiamenti22 novembre 2018 | 14:36

Un professionista della consulenza moderno deve rimane costantemente aggiornato sullo stato di salute delle realtà con cui si confronta, siano queste intermediari, clienti persone fisiche o imprese. Naturalmente servono i giusti strumenti in grado di fornire dati significativi. Uno di questi, nell’ottica delle prospettive che si possono aprire in termini di advisory diretta all’impresa, potrebbe essere quello che ci dice che le Pmi nel 2017 sono cresciute del 2,99%. A fornircelo è il nuovissimo Indice nsaPMIndex ’18, l’indice annuale sullo stato delle PMI, realizzato dall’Ufficio Studi del Gruppo NSA in collaborazione con il Dipartimento di Scienze Aziendali dell’Università di Bologna.

Presentato oggi a Milano, dal Prof. Massimiliano Marzo dell’Università di Bologna e dal Dott. Gaetano Stio, Presidente del Gruppo NSA, l’Indice ha sintetizzato una complessa elaborazione concentrando la comunicazione su pochi elementi alcuni di immediata comprensione come dipendenti, crescita, liquidità, investimenti, ecc. servendosi di precisi indicatori, raggiungendo così l’obiettivo di far conoscere a chiunque, con sintetica chiarezza, lo stato di un settore dell’economia italiana che rappresenta il 50% del PIL e oltre l’80% dell’occupazione.

L’indice nsaPMIndex ha cadenza annuale, ma sarà assistito trimestralmente dalla pubblicazione del “sentiment” fornito dalle imprese partner con NSA dell’Indice. L’indice ’18 base 100 è il valore base elaborato e fissato per il 1° gennaio 2018.  Se, ad esempio, la base 100 fosse stata calcolata e fissata per il primo gennaio 2017, il valore del 2018 sarebbe stato 102,99, cioè le PMI nel 2017 hanno performato positivamente del 2,99%.

L’elaborazione dell’Indice ha richiesto una complessa analisi per individuare i fattori determinanti ed il relativo peso. La Tabella seguente esplicita i risultati della ricerca sperimentale ed i valori attribuiti ai diversi fattori in ordine di importanza.

La Tabella successiva esemplifica come di anno in anno sarà aggiornato l’Indice tenendo conto delle variazioni intervenute in tutti i singoli fattori, valutati tutti questi 100 per il 2016 il risultato è

Sarà possibile, a breve, consultare l’indice complessivo e numerose declinazioni settoriali e geografiche dello stesso alla pagina www.nsapmindex.it


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Investimenti, il nuovo potere dei mercati finanziari

BlackRock, caro ceo ti scrivo

Investimenti: debito emergente e guadagni

Widiba, una doppietta di reclutamenti per il private

Brexit e accordo USA-Cina tengono in allerta i mercati

Finanza comportamentale, il pericolo dell’ancoraggio

Consulenti, dieci consigli per il 2020

Banca Euromobiliare, una convention per le persone

Pictet AM: l’eurozona, un piano per un futuro più luminoso

Investimenti, tra la stabilità e i rendimenti

Investimenti, l’Europa preferisce tenere i soldi sul conto corrente

Consulenti, la gioventù che non avanza

Pictet AM: Fixed Income – Sbloccare il capitale umano nelle economie emergenti

Deutsche Bank FA, 15 nuovi consulenti per Ruggiu

Investimenti, ecco perchè le sri funzionano ma non ancora abbastanza

Consulenti, 6 scelte per un business lunch perfetto

Allianz Italia, raccolta sugli scudi nel 2019

Investimenti, high yield, i vantaggi di un approccio globale

Investimenti, asset liquidi e di qualità per vincere la sfida al rendimento

Investimenti: strategie non direzionali, tra dispersione e protezione

Azimut: un ingresso, quattro mosse e un grande obiettivo

IWBank, settebello nel reclutamento

Bce, il commiato di Draghi

Investimenti, tra borsa e unicorni

BMO: “Opportunità per il 2020? Gli investimenti più rischiosi”

Fineco a tutto Forex

IWBank PI, super ingresso tra i wealth banker

Accordo Brexit, il punto dei gestori

Credem, la carica dei volontari

Investimenti, come muoversi coi tassi bassi

Investimenti, paradosso delle obbligazioni “verdi”

Investimenti: high yield, quando il rischio premia

Allianz Bank FA, advisory in riva al lago

Ti può anche interessare

Conti pubblici, continua il pressing Ue sull’Italia

“All’Italia serve una manovra correttiva”. Non è stato tenero il vicepresidente d ...

Fed: l’affondo di Trump

Che i rapporti fra Donald Trump e la Fed non fossero dei più sereni lo si sapeva già da tempo. Ogg ...

Spread in ribasso, le banche respirano

Aria fresca per le banche italiane. Il drastico calo dello spread tra Btp e Bund si è tradotto in u ...