Il tesoro dei Doris vale oltre un miliardo

A
A
A
Andrea Giacobino di Andrea Giacobino 4 Dicembre 2018 | 08:42
Finprog Italia rafforza ancora il patrimonio netto accantonando i 59,2 milioni di utile segnato nel bilancio chiuso allo scorso maggio.

Il tesoro della famiglia Doris vale oltre un miliardo di euro. Lo dice oggi MF spiegando come Finprog Italia, cassaforte dei Doris, abbia superato la quota di un miliardo di patrimonio netto. È la conseguenza della decisione presa qualche giorno fa dall’assemblea degli azionisti della società, che custodisce il 26,3% di Banca Mediolanum, che ha rimandato a nuovo l’utile di 59,2 milioni di euro segnato nel bilancio chiuso allo scorso maggio. Il profitto accantonato, di poco superiore ai 58,6 milioni dell’esercizio precedente, ha fatto così salire il patrimonio netto da 979,6 milioni a un miliardo e 38 milioni. L’utile deriva interamente dal dividendo pervenuto da Banca Mediolanum, invariato anno su anno a 59,1 milioni.

Sull’attivo pari ad oltre 1,1 miliardi, la quota nella banca di Basiglio è in carico a 888,5 milioni, inoltre figurano le controllate H-Invest (111,1 milioni) e H-Equity (10,5 milioni) che è stata recentemente assorbita dalla controllante, partecipazioni storiche come le aziende agricole Torviscosa(12,5 milioni), Le Prese (8,4 milioni) e Le Tresse (5,8 milioni), oltre a titoli Mediobanca (13 milioni) facenti parte del patto di sindacato e Mediaset (12 milioni) assieme a liquidità per 35,4 milioni.

Qualche giorno fa (vedi notizia) i diritti di voto della holding dei Doris in Banca Mediolanum sono scesi al 20,1% a seguito di una modifica delle convenzioni di voto sulle azioni detenute dai membri della famiglia stessa, nel quadro della pianificazione del passaggio generazionale. La modifica si è resa necessaria per integrare il numero di azioni di competenza della famiglia Doris da vincolare al patto di sindacato con Fininvest, attualmente non operativo in attesa di una pronuncia della Corte Europea di Giustizia. In particolare sono stati riallocati ai figli di Ennio Doris (nella foto),Massimo e Annalisa, a titolo gratuito, i diritti di voto su 9 milioni 073 e 120 azioni di Finprog Italia sinora in capo ai genitori e sono stati riallocati i diritti di voto spettanti su 46 milioni e 260 mila azioni della banca in favore di Doris e della moglie Lina Tombolato.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Ennio Doris, un botto da 500 milioni

“Io, Ennio Doris e quella volta ad Arcore”

Ennio Doris (Banca Mediolanum): “Fusione tra banche? Sì ma per gli altri”

NEWSLETTER
Iscriviti
X