Il tesoro dei Doris vale oltre un miliardo

A
A
A

Finprog Italia rafforza ancora il patrimonio netto accantonando i 59,2 milioni di utile segnato nel bilancio chiuso allo scorso maggio.

Andrea Giacobino di Andrea Giacobino4 dicembre 2018 | 08:42

Il tesoro della famiglia Doris vale oltre un miliardo di euro. Lo dice oggi MF spiegando come Finprog Italia, cassaforte dei Doris, abbia superato la quota di un miliardo di patrimonio netto. È la conseguenza della decisione presa qualche giorno fa dall’assemblea degli azionisti della società, che custodisce il 26,3% di Banca Mediolanum, che ha rimandato a nuovo l’utile di 59,2 milioni di euro segnato nel bilancio chiuso allo scorso maggio. Il profitto accantonato, di poco superiore ai 58,6 milioni dell’esercizio precedente, ha fatto così salire il patrimonio netto da 979,6 milioni a un miliardo e 38 milioni. L’utile deriva interamente dal dividendo pervenuto da Banca Mediolanum, invariato anno su anno a 59,1 milioni.

Sull’attivo pari ad oltre 1,1 miliardi, la quota nella banca di Basiglio è in carico a 888,5 milioni, inoltre figurano le controllate H-Invest (111,1 milioni) e H-Equity (10,5 milioni) che è stata recentemente assorbita dalla controllante, partecipazioni storiche come le aziende agricole Torviscosa(12,5 milioni), Le Prese (8,4 milioni) e Le Tresse (5,8 milioni), oltre a titoli Mediobanca (13 milioni) facenti parte del patto di sindacato e Mediaset (12 milioni) assieme a liquidità per 35,4 milioni.

Qualche giorno fa (vedi notizia) i diritti di voto della holding dei Doris in Banca Mediolanum sono scesi al 20,1% a seguito di una modifica delle convenzioni di voto sulle azioni detenute dai membri della famiglia stessa, nel quadro della pianificazione del passaggio generazionale. La modifica si è resa necessaria per integrare il numero di azioni di competenza della famiglia Doris da vincolare al patto di sindacato con Fininvest, attualmente non operativo in attesa di una pronuncia della Corte Europea di Giustizia. In particolare sono stati riallocati ai figli di Ennio Doris (nella foto),Massimo e Annalisa, a titolo gratuito, i diritti di voto su 9 milioni 073 e 120 azioni di Finprog Italia sinora in capo ai genitori e sono stati riallocati i diritti di voto spettanti su 46 milioni e 260 mila azioni della banca in favore di Doris e della moglie Lina Tombolato.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Anasf: porte aperte per i “Protagonisti della crescita”

Con Consob per parlare di banca e finanza

Deutsche Bank: occhio a chi ne sfrutta illecitamente il marchio

Unicredit, svolta di Mustier: resterà da sola per 3/4 anni

Pressioni commerciali, il vero pericolo è nelle reti

Private banking, Julius Bär vende Kairos

Intesa Sanpaolo sceglie la blockchain

Sono pronti i nuovi super manager di Banca Mediolanum

Un Remix a firma Fineco

Si rafforza il commerciale di Raiffeisen CM

Ubi Banca, Massiah apre al matrimonio

Hanno ucciso il Private Banking…

JPMorgan lancia la sfida alle banche

Banche, incubo mega bolla sui derivati

Mediobanca, tutto fatto per il nuovo patto

Banche, obbligazioni subordinate tra rischio e occasione

Banca Generali: rotta verso gli 80 miliardi

Intesa Sanpaolo, il futuro è digital

Bluerating Awards: il videomessaggio di Foti ai consulenti

Fideuram ISPB, Longo guiderà l’hub svizzero

Private Banking Awards, ecco i premiati

Private banking, la grande onda è in arrivo

Credit Suisse, altri 30 milioni in Italia

Manovra, le banche rimbalzano in borsa

Mediolanum, Doris passa il testimone ai figli

MCU, un nuovo viaggio attraverso la luce

Grossi per l’innovazione digitale di Credem

Esuberi e pressioni commerciali in banca, i sindacati in allarme

Spread, Abi lancia l’allarme

Nozze di perla nel private banking di Fideuram

Widiba, la tutela patrimoniale è on the road

Il “terzo incomodo” concorre alla radiazione di un ex Mediolanum

Fideuram, l’utile è in calo

Ti può anche interessare

ITForum 2018, tutto pronto per il grande evento

Questa edizione, organizzata da Investment & Trading vedrà l’alternarsi di numeri workshop, t ...

Gaske (UBI Pramerica): “Ancora opportunità nel reddito fisso”

Preferenze per gli investment grade americani e gli high yield con bassi tassi di default ...

Trump vs Opec, tensione alle stelle

Il tycoon accusa il cartello di gonfiare i prezzi ...