Brexit, la Gran Bretagna può ripensarci

A
A
A
Chiara Merico di Chiara Merico 10 Dicembre 2018 | 10:32
Lo ha stabilito la Corte di Giustizia europea, secondo cui il Regno Unito può fare dietrofront sulla decisione di lasciare l’Ue senza il consenso di altri Stati membri e senza altre condizioni.

La Gran Bretagna è libera di fermare la Brexit: lo ha stabilito la Corte di Giustizia europea, secondo cui il Regno Unito può fare dietrofront sulla decisione di lasciare l’Ue senza il consenso di altri Stati membri e senza altre condizioni. Come riferisce il Financial Times, la decisione è stata “una delle più rapide” prese dalla Corte lussemburghese nei suoi 66 anni di storia: i giudici hanno stabilito che la clausola di uscita prevista dall’articolo 50 può essere “revocata unilateralmente”, consentendo così al Paese in questione di cambiare idea sull’uscita nel corso della fase negoziale, che dura due anni. “Uno Stato membro non può essere costretto a lasciare l’Ue contro la sua volontà”, si legge in un estratto della sentenza. La notizia arriva alla vigilia del voto alla Camera dei Comuni, che secondo le previsioni dovrebbe respingere la bozza di trattato elaborata dal governo May.

 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Brexit, continuano le incertezze nonostante l’accordo

Mirabaud AM: il 2021 potrebbe essere un anno brillante per le banche britanniche

La Brexit è fatta: che cosa attende ora gli investitori nel Regno Unito?

NEWSLETTER
Iscriviti
X