Manovra, 7 miliardi di tasse in più

A
A
A
di Marcello Astorri 24 Dicembre 2018 | 10:22
La nuova manovra di bilancio contiene vari balzelli. E la bomba a orologeria costituita dalle clausole di salvaguardia Iva nel 2020 e 2021.

La manovra di bilancio 2019 porterà in dote più tasse, che andranno a colpire soprattutto imprese e banche. Ci sarà l’ecotassa sul settore delle auto, l’aumento dell’Ires, l’azzeramento del credito d’imposta Irap, i balzelli sui giochi e webtax sul commercio online. In tutto fanno 7 miliardi. Questo è il frutto dei febbrili negoziati con l’Unione europea, per raggiungere l’obiettivo di abbassare il deficit di bilancio e, al contempo, trovare le risorse per finanziare le due riforme bandiera del governo gialloverde: quota 100 per le pensioni e il reddito di cittadinanza.

In più, ci sarà la potenziale mannaia delle clausole di salvaguardia. Ovvero l’aumento dell’Iva promesso alla Commissione nel caso i conti non dovessero tornare. Nel 2020 vale un aumento di 23,1 miliardi di euro, che nel 2021 potrebbero diventare 28,7 miliardi. Ammesso che poi il governo non trovi le risorse per disinnescare gli aumenti dell’Iva. 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mercati, utility: le azioni per sfruttare il nuovo disegno legge

Draghi, l’opportunità senza precedenti di investire nel futuro economico dell’Italia

Un compito difficile attende Mario Draghi

NEWSLETTER
Iscriviti
X