Mattone di Stato in svendita

A
A
A

Le opposizioni attaccano il piano di dismissioni del Governo. Il rischio è che possano deprimere il mercato privato

Marcello Astorri di Marcello Astorri2 gennaio 2019 | 12:22

Il governo Conte si è posto l’obiettivo di raccogliere 950 milioni di euro dalle dismissioni di immobili pubblici. Le opposizioni, però, attaccano e avanzano dubbi sulle possibilità di realizzare simili cifre, su immobili già rimasti invenduti in precedenza. Con il rischio, per il mercato immobiliare, di essere invaso da immobili pubblici a prezzo di saldo, con effetti depressivi sui prezzi del mercato privato. Da Assoimmobiliare, però, hanno espresso un giudizio positivo al complesso di norme sul mattone varate dall’ultima legge di bilancio.

Intanto, secondo uno studio di Caceis Bank e dell’Università di Parma, pubblicato all’interno di un articolo di Milano Finanza, due gestori di fondi immobiliari su tre si dice non preoccupato per la fine del Quantitative easing. Il settore dipenderà non solo dai tassi d’interesse decisi dalla Bce, ma anche a quelli conseguenti al sentiment del mercato.


Non è possibile commentare.

Ti può anche interessare

Deutsche Bank FA si consolida all’ombra del Colosseo

La rete dei consulenti finanziari guidata da Silvio Ruggiu inaugura oggi, 3 ottobre 2019 alle 18:30, ...

Il mega bazooka delle banche centrali

Un dubbio shakespeariano attanaglia i banchieri centrali: proseguire il “new normal”  ...

Il Dragone si mangia gli Usa

Cina batte Stati Uniti 129 a 121. Per la prima volta nella storia, nella classifica globale delle ci ...