I dazi fanno meno paura

A
A
A

Tra Stati Uniti e Cina ci sono passi avanti per un accordo commerciale. I mercati reagiscono positivamente

Marcello Astorri di Marcello Astorri10 gennaio 2019 | 11:00

La prima fase dei colloqui tra Stati Uniti e Cina si è conclusa in un clima di ottimismo. I mercati lo hanno fiutato e stanno reagendo positivamente. L’accordo per porre fine all’escalation di dazi non c’è ancora. Ma del resto c’è tempo fino al 2 di marzo, deadline che i presidenti Donald Trump e Xi Jinping si sono concessi all’ultimo G20 di Buenos Aires. I progressi però ci sono: la Cina si sarebbe impegnata a comprare maggiori beni, servizi ed energia dagli Stati Uniti. Anche se non è ancora stata stabilita la quantità. Si sta discutendo, inoltre, di un cambio della politica commerciale cinese, volta ad abbattere i muri tariffari e a una maggiore tutela della proprietà intellettuale delle aziende statunitensi. Il tutto per evitare furto di tecnologia e intrusioni informatiche. Un eventuale accordo tra le due potenze, potrebbe scatenare effetti benefici a cascata sull’intera economia mondiale.


Non è possibile commentare.

Ti può anche interessare

Manovra, parte la caccia ai tagli

E' il momento di pensare a dove tagliare ...

Manovra, il vero spread Italia-Germania è a quota 400

Il Sole24Ore fa un confronto sui tassi reali del nostro Paese e quelli tedeschi ...

Reti, cedole da applausi

A primavera sbocciano i dividenti e le reti nostrane hanno tra i fiori più belli in cantiere. Tra a ...