Brexit, oggi la May si gioca tutto o quasi

A
A
A

In caso di voto contrario si potrebbe arrivare a un divorzio “no deal”, a un referendum bis o al rinvio della Brexit dall’Ue.

Roberta Maddalena di Roberta Maddalena15 gennaio 2019 | 09:30

Il tempo sta ormai per scadere: alle 21 di oggi infatti i deputati del Parlamento britannico sono chiamati al voto finale sull’accordo con Bruxelles e per la politica britannica Theresa May, che esclude per il momento la possibilità di ricorrere a un piano B, non ci sono dubbi: “Abbiamo il dovere di attuare la Brexit o sarà catastrofico per la democrazia”. In caso di voto contrario, tutti gli scenari restano aperti, da un divorzio “no deal” e un referendum bis fino alla possibilità che la Brexit, che dovrebbe scattare comunque il 29 marzo, possa essere rinviata dall’Unione europea.

In attesa del voto di stasera, un gruppo di deputati di tutti i partiti favorevoli a un secondo referendum hanno pubblicato oggi due disegni di legge che spianerebbero la strada a un nuovo voto prima della fine di maggio. Il primo permetterebbe alla Commissione Elettorale di avviare la campagna elettorale e il secondo consentirebbe il referendum vero e proprio. Secondo la bozza, infine, gli elettori avrebbero la possibilità di scegliere tra l’accordo della May o restare nell’Unione Europea.

 


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Brexit, ora è realtà

Elezioni UK, vince Johnson e Trump festeggia: È l’ora della Brexit?

Brexit, è ancora rinvio

Brexit, si va verso la proroga

Accordo Brexit, il punto dei gestori

Brexit, fine della telenovela: c’è l’accordo

Brexit e guerra dei dazi frenano i mercati

Brexit, mazzata su Johnson: “Lo stop del Parlamento è illegale”

Brexit, ora tutto è in mano alla Corte Suprema

Brexit, doppia bordata a Johnson

Brexit, Johnson chiude il Parlamento fino al 14 ottobre

Brexit: per la May dimissioni a giugno

Brexit, rinvio indigesto per l’Unione europea

Bce, non si muove foglia sui tassi. E la Brexit si allontana

Brexit News: May promette le dimissioni se si giunge ad un accordo

Brexit: no deal scongiurato, per ora

Brexit, sterlina tonica in attesa del voto in Parlamento

Brexit, i big del credito evitano l’Italia

Brexit: ora la strada è il rinvio

Brexit, altra sconfitta per la May

Brexit affossa il pil inglese

Brexit, la May nel pantano dopo il no di Juncker

Brexit, la May vuole di nuovo trattare

Etf a prova di Brexit

Brexit, la May si salva

Brexit, le borse non hanno paura

Brexit, rebus aperto dopo il no del Parlamento

Scene da una Brexit

Brexit, il rinvio è alle porte: domani giorno della verità

Gestori inglesi pronti al risiko post Brexit

Caos Brexit, la May chiede aiuto a Bruxelles

Brexit, la Gran Bretagna può ripensarci

Brexit, a ogni inglese costerà 1.000 ‎sterline

Ti può anche interessare

Ue, nuova tirata d’orecchie al governo

Ancora bacchettate sulle mani per il nostro governo. Come riporta MF – Milano Finanza, alcuni ...

Fisco, parte la guerra al contante di Bankitalia

Sono partiti lunedì 2 settembre i controlli sull’uso anomalo di contanti da parte della Uif, ...

Polizze assicurative, ecco cosa gli italiani cercano davvero

Una nuova ricerca internazionale di BNP Paribas Cardif mostra un’Italia poco soddisfatta ma che no ...