Brexit, la May si salva

A
A
A

La Camera dei Comuni ha respinto la mozione di sfiducia con 325 voti contro 306. May ha ora tre giorni per tornare davanti alla Camera.

Roberta Maddalena di Roberta Maddalena17 gennaio 2019 | 10:02

Prova superata per il primo ministro britannico Theresa May. La mozione contro di lei presentata dal leader laburista Jeremy Corbyn è infatti stata aggirata con 325 voti contro e 306 a favore. May ha adesso a disposizione tre giorni di lavori parlamentari per tornare davanti alla Camera con un nuovo piano di azione.

“L’obiettivo è trovare un modo per avanzare sulla Brexit. Ritengo sia mio dovere realizzare il desiderio degli elettori e lasciare l’Ue”, ha proseguito May. “E’ arrivato il momento di mettere da parte gli interessi personali, ho appena avuto incontri con i leader dei nazionalisti scozzesi e del Plaid Cymru gallese. Sono delusa che Corbyn si sia tirato indietro ma la nostra porta rimane aperta. E’ arrivato il momento di unirsi e realizzare il referendum”.

Nel frattempo, come riportato dalla Bbc, l’ex primo ministro Tony Blair ha affermato di considerare “inevitabile un rinvio” oltre la data del 29 marzo e cioè quando il Regno Unito dovrebbe uscire teoricamente dall’Unione europea.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Brexit, ora è realtà

Elezioni UK, vince Johnson e Trump festeggia: È l’ora della Brexit?

Brexit, è ancora rinvio

Brexit, si va verso la proroga

Accordo Brexit, il punto dei gestori

Brexit, fine della telenovela: c’è l’accordo

Brexit e guerra dei dazi frenano i mercati

Brexit, mazzata su Johnson: “Lo stop del Parlamento è illegale”

Brexit, ora tutto è in mano alla Corte Suprema

Brexit, doppia bordata a Johnson

Brexit, Johnson chiude il Parlamento fino al 14 ottobre

Brexit: per la May dimissioni a giugno

Brexit, rinvio indigesto per l’Unione europea

Bce, non si muove foglia sui tassi. E la Brexit si allontana

Brexit News: May promette le dimissioni se si giunge ad un accordo

Brexit: no deal scongiurato, per ora

Brexit, sterlina tonica in attesa del voto in Parlamento

Brexit, i big del credito evitano l’Italia

Brexit: ora la strada è il rinvio

Brexit, altra sconfitta per la May

Brexit affossa il pil inglese

Brexit, la May nel pantano dopo il no di Juncker

Brexit, la May vuole di nuovo trattare

Etf a prova di Brexit

Brexit, le borse non hanno paura

Brexit, rebus aperto dopo il no del Parlamento

Scene da una Brexit

Brexit, oggi la May si gioca tutto o quasi

Brexit, il rinvio è alle porte: domani giorno della verità

Gestori inglesi pronti al risiko post Brexit

Caos Brexit, la May chiede aiuto a Bruxelles

Brexit, la Gran Bretagna può ripensarci

Brexit, a ogni inglese costerà 1.000 ‎sterline

Ti può anche interessare

Commissione UE, cartellino arancione per l’Italia

La procedura d’infrazione nei confronti dell’Italia da parte della Commissione Ue sembra far ...

Fondazione Enasarco, sei nodi da sciogliere

Proviamo per una volta a parlare della Fondazione Enasarco “sine ira et studio”. Il primo proble ...

Rendiconti Mifid 2, la trasparenza può attendere

Pubblicata una ricerca di Moneyfarm con la School of Management del Politecnico di Milano che bocci ...