Pil, le grandi banche sono pessimiste

A
A
A
di Marcello Astorri 1 Febbraio 2019 | 10:11
Unicredit e Barclays prevedono un anno in salita per l’economia italiana

All’indomani dell’entrata ufficiale dell’Italia in recessione tecnica, più di qualche nuvola minacciosa si staglia sulle previsioni di crescita per il 2019. A tal punto, che anche lo 0,6% previsto dalla Banca d’Italia rischia di essere in pericolo. Per molti analisti di mercato, servirà una decisa accelerazione dell’economia per ribaltare il -0,2% di crescita lasciato in dote al nuovo anno dal 2018. In base a quanto riporta Milano Finanza, per l’economista di Banca Intesa Paolo Mameli “occorre un’accelerazione molto forte in primavera”. Dal momento che gli indici di fiducia nel primo trimestre dell’anno lasciano intendere un’attività economica molto debole. Unicredit ha abbassato le stime sul 2019 a uno striminzito +0,5%, ancor più pessimista Barclays che prevede un +0,2%. Tutti numeri ben inferiori al +1% che il governo ha posto come suo obiettivo per l’anno in corso.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti