Reddito di cittadinanza, scontro sui numeri

A
A
A

Secondo l’Istat, tra i potenziali beneficiari del reddito di cittadinanza in età da lavoro ci sono anche circa 120 mila laureati.

Roberta Maddalena di Roberta Maddalena5 febbraio 2019 | 09:37

Dal 6 marzo, alle Poste e presso i Caf accreditati si potrà fare la richiesta per ottenere il reddito di cittadinanza. Le informazioni saranno comunicate entro dieci giorni lavorativi dalla richiesta all’Inps che, entro i successivi 5 giorni dovrà verificare il possesso dei requisiti e riconoscere o negare il sussidio. La platea di beneficiari stimata è di 1,7 milioni di nuclei familiari, pari a 5 milioni di persone circa. Secondo l’Istat, tra i potenziali beneficiari del reddito di cittadinanza in età da lavoro ci sono anche circa 120 mila laureati (compreso chi ha anche un titolo di studio post-universitario).

I single«costituiscono il 47,9% delle famiglie beneficiarie» del reddito di cittadinanza, che riceveranno in media un sussidio annuo di 4 mila 469 euro (82,1% del reddito). Il sussidio medio in generale sarà di 5.045 euro (il 66,7% del reddito familiare), che sarà più alto al Sud (a 5.176 euro). Le famiglie residenti al Nord avranno in media 4.837 euro (66% del reddito).

Nel 2019 il costo totale del Reddito di cittadinanza nell’ipotesi di take up all’85% è stimato in circa 6,6 miliardi di euro su base annua.


Non è possibile commentare.

Ti può anche interessare

Autostrade, aumenti congelati per 6 mesi 

Niente aumenti delle tariffe per il 90% delle tratte gestite da Aspi. Rincari su raccordo Autostrada ...

ConsulenTia19, gestori in vetrina: Amundi

Intervista Paolo Proli, head of retail distribution Italia. ...

Consob, riflettori sulle tre prassi di mercato

La Commissione ha lanciato una consultazione pubblica sulla revisione delle tre prassi di mercato fi ...