Cara rete, pensavi solo ai soldi?

A
A
A

Il rendiconto come va, come va, come va?

di Redazione11 febbraio 2019 | 09:54

“Il rendiconto come va, come va, come va?” canterebbe un ipotetico Mahmood in chiave finanziaria. La notizia del possibile (forse probabile) rinvio della nuova rendicontazione da mandare alla clientela ha infatti generato non poco dibattito tra i nostri lettori. Utilizzando come spunto il testo della canzone vincitrice di Sanremo 2019, c’è chi si interroga su cosa conti davvero per il mondo degli intemediari finanziari. Non saranno forse solo i soldi? “A parole si parla sempre del cliente al centro degli interessi dei servizi di consulenza, ma quando poi Mifid 2 impone maggiore trasparenza nella esplicitazione dei costi, ecco che il settore va in crisi. Viene da ridere, per non piangere. Contanto solo i profitti” scrive Emanuele. “Vergogna. Atteggiamento che si commenta da solo.” commenta laconicamente Roberta V. Viene da chiedersi, come fa giofino ad oggi, come li hanno comunicati ai clienti questi costi????

Ma non tutti la pensano così, come Fino67, a cui l’approccio congiunto di Abi, Assoreti, Assosim e Assogestioni sa di tutela per tutti “Mi sembra il minimo. Le associazioni devono tutelare i professionisti e una rendicontazione selvaggia e non uniformata può generare solo confusione nella clientela”, supportato dalle parole di AntonioLa chiarezza non fa mai male. Ancora oggi mi sembra che ci sia tanta confusione sull’argomento. So che alcune società presenteranno prospetti snelli e chiari, mentre altre mallopponi illeggibili. Vi sembra giusto?”.

Spostandoci sul fronte fee only, segnaliamo il commento su Facebook di Luca Mainò, membro del consiglio direttivo Nafop “Si allontana la trasparenza? È da mesi che si parla con preoccupazione di rendicontazione dei costi, che dovrebbe arrivare a tutti i clienti delle banche in primavera.
Manca poco ma… taaaaaac… ecco la richiesta di una consultazione ESMA per avere chiarimenti tecnici con possibili rinvii. Consulenti indipendenti e SCF da sempre comunicano tutti i costi ai clienti, in particolare quelli che riguardano il proprio onorario, unica fonte di remunerazione legata al servizio di consulenza (FeeOnly)”.

Dopo avervi presentato alcuni spunti di riflessione, come sempre lasciamo ai nostri lettori la possibilità di esprimersi sulla questione. Fatelo nei commenti, vi pubblicheremo con piacere.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Oggi su BLUERATING NEWS: BlueAcademy, la convention di Allianz Bank FA

Superpopolare al bivio della megafusione

Truffa diamanti, le banche si difendono

Banca Sella: quotazione? No grazie

BinckBank sfoggia un super utile operativo

Foti (Fineco): tre pilastri per vincere la battaglia sui margini

Fideuram Ispb: raccolta sì, utile nì

Mps, Morelli apre ad una alleanza

Banque Syz, Eric passa il testimone di ceo

Certifica, Bnp Paribas: mini future per tutti i gusti

Fineco, top entry in riva al lago

Deutsche Bank FA, trittico d’autore

Oggi su BLUERATING NEWS: Masse boom per Banca Generali, la consulenza conquista l’impresa

Allianz Bank, gestito e vita per un 2018 da ricordare

Banca Generali, masse record e l’utile batte le stime

Mediolanum, la consulenza non s’inventa

Unicredit chiude in bellezza il 2018

Deutsche Bank PB, ingresso d’esperienza nel private bresciano

Intesa e Unicredit alla prova dei numeri 2018

Mediolanum, il tech dal volto umano

Oggi su BLUERATING NEWS: la private bank svizzera di Intesa, l’utile di Deutsche Bank

Poste Italiane, l’app Bancoposta controlla le tue spese

IWBank PI, scene da una convention

Intesa SP, nasce la private bank svizzera

Bnl Bnp Paribas LB: Rebecchi schiera l’11 post convention

La favola dell’Uomo Ragno bancario

Banca Mediolanum: il risk management diventa futuristico

Oggi su BLUERATING NEWS: i campioni 2018 di Assoreti, la fusione Unicredit-SocGen

Ubi Banca: ecco il calendario degli eventi societari

Consultinvest e Pir, avviso ai naviganti

Bnl Bnp Paribas LB: il consulente diventa patrimoniale

Consulenti: i nuovi orizzonti del business

Hypo Alpe-Adria Bank, la filiale italiana è in vendita

Ti può anche interessare

Usa-Cina, la pace sui dazi è vicina

Nel dettaglio, Milano sale dello 0,89%, Londra dello 0,70, Francoforte dello 0,79% e Parigi  ...

Pmi, i minibond fanno gola agli investitori esteri

Il 2018 è stato quello con il maggior numero di emissioni di strumenti di questo tipo da parte dell ...

Il “buy” del consulente – 25/09/18, da Banca Sistema a Telecom Italia

I consigli giusti in diretta da Piazza Affari ...